menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ha provocato un incidente e poi simulato il furto dell’auto, denunciato

Qualche giorno prima aveva causato un incidente per poi abbandonare l'auto e denunciarne un finto furto. Scoperto dalla polizia il 26enne di Latina è stato deferito per simulazione di reato

È stato scoperto dopo qualche giorno e per lui è arrivata una denuncia per simulazione di reato. Un giovane di 26 anni residente a Latina, infatti, aveva orchestrato un finto furto della sua vettura in seguito ad un incidente che egli stesso aveva provocato.

Nella notte tra domenica e lunedì gli uomini della polizia si sono recati lungo via del Lido a Latina per la segnalazione di un sinistro stradale. Ma al loro arrivo sul posto non c’era nessuno, solo una Lancia Y incidentata e abbandonata che non risultava tra quelle da ricercare.

In seguito ad alcuni controlli, gli agenti hanno rinvenuto all’interno dell’auto una carta d’identità intestata ad un giovane di 26 anni, E. E., risultato essere anche il proprietario del mezzo. Successivi accertamenti attraverso la Banca Dati Interforze hanno permesso alla polizia di avere ulteriori informazioni circa il ragazzo e scoprire che nei giorni precedenti, il 23 agosto, si era recato in Questura per denunciare il furto della sua auto, mostrando il passaporto e non la carta d’identità – di cui non aveva denunciato il furto o lo smarrimento -, e che nel 2011, dopo essere stato sorpreso alla guida in stato di ebbrezza alcolica, si era visto ritirare la patente dai carabinieri. 

Per questo il giovane è stato convocato negli uffici della Questura, dove si è presentato con delle vistose abrasioni che risalivano a qualche giorno prima e che presumibilmente potevano essere collegate con l’incidente. Messo di fronte al fatto compiuto il 26enne ha così ammesso quanto escogitato e per questo è stato denunciato per simulazione di reato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento