rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Incidenti stradali

Arrestato il pirata di Alessia Calvani, ora andrà in carcere

La misura cautelare era stata chiesta lunedì 14 ottobre, due giorni dopo la confessione. Questa mattina il gip del tribunale di Latina ha emesso l'ordinanza poi eseguita dagli agenti della polizia stradale

Emanuele Fiorucci, l’uomo che il 2 dicembre del 2012 ha investito e ucciso Alessia Calvani è stato arrestato.

Stamattina gli agenti della polizia stradale di Latina hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Latina.

Proprio per “fare chiarezza – come ha spiegato il pm Gregorio Capasso - sui provvedimenti adottati dagli uffici della Procura e puntualizzare tutti i passaggi che hanno portato all’arresto del 43enne”, in riferimento ad una vicenda che ha creato molto scalpore in provincia e non solo, è stata convocata questa mattina una conferenza stampa in Procura.

Innanzitutto, è stato spiegato come già lunedì 14 ottobre, due giorni dopo la piena confessione resa da Fiorucci, “il sostituto procuratore Gregorio Capasso, titolare dell’indagine, - ha dichiarato il comandante della polizia stradale di Latina - ha formulato e depositato la richiesta di misura cautelare” chiedendo di fatto l’arresto del 43enne. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata poi emessa stamattina dal gip del tribunale di tribunale di Latina, in seguito agli ulteriori accertamenti e dopo aver concesso il tempo per analizzare la situazione. “I tempi tecnici sono stati rispettati” ha spiegato poi il sostituto commissario Igino Pandolfi.

Dunque nessun arresto a furor di popolo, come è stato precisato anche in conferenza stampa.

Altro elemento da considerare: nella richiesta di misura cautelare del sostituto procuratore Capasso, a Fiorucci veniva contestato l’omicidio volontario, l’omissione di soccorso, la fuga e il furto dell’auto; nell’ordinanza di custodia cautelare emessa ed eseguita oggi, invece, il reato di omicidio è stato derubricato da volontario in colposo pluriaggravato.

Questa mattina, dopo essere prelevato da casa sua, Emanuele Fiorucci, espletate le formalità di rito, è stato poi trasferito presso la casa circondariale di via Aspromonte a Latina.

Intanto proprio stamattina, davanti al tribunale si è svolta la manifestazione, che ha visto una massiccia partecipazione di giovani, organizzata dall’associazione familiari e vittime della strada proprio per chiedere l’arresto del pirata che il 2 settembre di un anno fa ha ucciso la piccola Alessia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato il pirata di Alessia Calvani, ora andrà in carcere

LatinaToday è in caricamento