Incidenti stradali Latina Scalo / Via della Stazione

Alessia Calvani, la polstrada: “Il pirata non è l’unico a sapere”

Continuano le indagini degli uomini della polizia stradale alla ricerca dei complici del 43enne che ha investito e ucciso la 15enne. Sarebbero almeno due le persone che lo avrebbero aiutato

Il pirata della strada che ha ucciso Alessia Calvani non è l’unico a conoscere quanto accaduto. Questa la convinzione degli uomini della polizia stradale che da oltre 13 mesi lavorano incessantemente per dipingere un quadro completo sull’incidente costato la vita alla 15enne di Latina Scalo.

“Abbiamo ricostruito la vicenda completa nei fatti, ma non nelle responsabilità” ha dichiarato il comandante della polizia stradale di Latina, Francesco Cipriano.

Sono almeno due le persone che hanno aiutato il 43enne che venerdì notte ha confessato di essere stato lui il 2 settembre del 2012 ad aver investito la giovane studentessa mentre attraversava la strada per tornare a casa. Forse erano in un’auto che seguiva quella rubata dall’ex camionista e che poi ha investito la ragazzina su via della Stazione – e quindi potrebbero aver visto tutto -; qualcuno che poi ha aiutato l’uomo a far sparire la stessa auto, che potrebbe essere stata riciclata o tagliata.

“Le indagini non sono affatto concluse – hanno più volte ribadito Cipriano e il sostituto commissario Igino Pandolfi -. Ci sono delle persone che sapevano, che sanno e che non hanno voluto aiutarci”.

Altro nodo da sciogliere, poi, quello del furto dell’auto. Come mai il 43enne era in possesso delle chiavi della vettura rubata? Anche questo è un interrogativo a cui bisognerà dare una risposta per ricostruire completamente quanto accaduto nella serata del 2 settembre del 2012.

Intanto per gli uomini della polizia stradale che hanno lavorato in maniera straordinaria in questo anno arriva il plauso dell’intera città, che comunque protesta e chiede a gran voce l’arresto dell’uomo che ha ucciso la piccola Alessia – per i prossimi giorni il vice presidente nazionale dell'Associazione Europea Familiari e Vittime della Strada, coordinatore della Regione Lazio, Giovanni Delle Cave ha annunciato una manifestazione davanti al tribunale di Latina -. I complimenti per l’operato della polizia stradale arrivano anche dal sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessia Calvani, la polstrada: “Il pirata non è l’unico a sapere”

LatinaToday è in caricamento