Incidenti stradali

Alessia Clavani, il pirata si commuove in tv. Oggi la manifestazione

In un'intervista per "La vita in diretta" Fiorucci chiede scusa alla famiglia della 15enne: "È giusto che io paghi". Intanto questa mattina davanti il tribunale la manifestazione per chiedere il suo arresto

Ai genitori di Alessia chiedo scusa per ciò che ho fatto. È giusto che io paghi”. È apparso in televisione in un’intervista rilasciata in esclusiva alla trasmissione “La vita in diretta” e andata in onda durante la puntata di ieri pomeriggio.

Emanuele Fiorucci, l’uomo di 43 anni che il 2 settembre del 2012 ha investito e ucciso la 15 Alessia Calvani lasciandola in fin di vita a terra e facendo perdere le sue tracce per oltre un anno, attraverso i microfoni della trasmissione di Rai1, e con la voce rotta dalla commozione, ha chiesto scusa ai genitori della giovane studentessa.

“Non sapevo al momento di aver investito una bambina – ha dichiarato – io non mi sono proprio accorto, solo quando il giorno dopo ho letto i giornali  ho saputo che era una bambina”. Ed il 43enne ex camionista ha parlato anche del motivo per cui non si è mai costituito; “la tentazione ce l’ho avuta – ha detto -, ma la paura era più forte”.

Ammettendo di non essere andato al funerale della piccola Alessia per “mancanza di coraggio” dice di “non essere un mostro, ma solo una persona che ha sbagliato. Ai genitori di Alessia posso solo chiedere scusa”.

IL VIDEO - L'INTERVISTA AL PIRATA DI ALESSIA

E mentre nella trasmissione televisiva Chi l’ha visto? il padre e il fratello di Alessia Calvani hanno dichiarato di non poter accettare la richiesta di perdono di Fiorucci e di confidare nella giustizia perché finisca in carcere, questa mattina alla 10 davanti il tribunale di Latina si svolgerà la manifestazione organizzata dall’associazione familiari e vittime della strada proprio per chiedere l’arresto del pirata della strada che ha ucciso la 15enne.

Una manifestazione pacifica per chiedere giustizia per la ragazzina e per la sua famiglia. Intanto sempre per domani il vice presidente dell’associazione, Giovanni Delle Cave, ha annunciato che inizierà lo sciopero della fame qualora il 43enne non venisse arrestato e che durerà fino a quando “l’autorità giudiziaria non prenderà opportuni provvedimenti nei confronti del pirata della strada”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessia Clavani, il pirata si commuove in tv. Oggi la manifestazione

LatinaToday è in caricamento