Incidenti stradali Latina Scalo

Alessia Calvani uccisa dall’auto pirata, nuovo testimone: riaperto il caso

Secondo le ultime indiscrezioni, l'inchiesta sarebbe stata riaperta alla luce di alcuni elementi forniti da un nuovo testimone ritenuto attendibile. La 15enne travolta e uccisa da un'auto pirata quasi un anno fa

Sembrano esserci nelle novità nell’inchiesta sulla morte di Alessia Calvani, la giovane di 15 anni travolta e uccisa da un’auto pirata la sera del 2 settembre scorso in via della Stazione a Latina Scalo.

Secondo alcune indiscrezioni, ci sarebbe un nuovo testimone dell’incidente costato la vita alla ragazzina quasi un anno fa; la Procura di Latina avrebbe così deciso di riaprire l’inchiesta per verificare gli elementi forniti dallo stesso testimone che viene ritenuto attendibile.

Sul caso e sull’indagine viene mantenuto ora il più stretto riserbo. Ma si tratta comunque di un’importante novità dal momento che nelle scorse settimane la stessa Procura, a fronte di indagini andate avanti senza sosta per circa un anno ma che di fatto non avevano portato a nessuna traccia che facesse risalire al pirata della strada che ha ucciso la 15enne, aveva chiesto l’archiviazione del caso.

L'incidente costato la vita ad Alessia Calvani è avvenuto la sera del 2 settembre dello scorso anno quando, mentre attraversava la strada insieme ad un’amichetta per tornare a casa è stata investita da un’auto; la persona al volante non si è mai fermata, lasciandola a terra in fin di vita. La ragazzina è morta qualche ora dopo in ospedale dopo aver lottato tra la vita e la morte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessia Calvani uccisa dall’auto pirata, nuovo testimone: riaperto il caso

LatinaToday è in caricamento