rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Incidenti stradali Latina Scalo / Via della Stazione

"Arrestate Emanuele Fiorucci": su facebook cresce la sete di giustizia per Alessia

Crescono le adesioni alla pagina facebook con cui si chiede l'arresto del 43enne che ha ucciso la 15enne, dove spuntano anche parole dure nei confronti del suo legale. Squarciate le gomme dell'auto del pirata

S’infiamma il web: a 48 ore dalla nascita della pagina facebook con cui si chiede l’arresto del 43enne che ha investito e ucciso Alessia Calvani, le adesioni sono arrivate a quasi 8mila. In tanti chiedono giustizia per la 15enne e la sua famiglia, chiedono di vedere Emanuele Fiorucci dietro le sbarre e si appellano ad un sistema giudiziario che proprio non riescono a capire.

Ma nelle ultime ore la situazione si è fatta più tesa e, oltre a post e commenti di protesta per il mancato arresto del pirata della strada individuato dalla polizia stradale e denunciato dopo un anno di intense indagini, sulla stessa pagina facebook sono comparse parole dure e piene di rabbia, insulti e minacce non solo nei confronti dell’indagato, ma anche all’indirizzo dell’avvocato che lo assiste. La polizia stradale intanto sta valutando le minacce postate sulla pagina.

Inoltre nel pomeriggio di ieri, all'esterno dello studio del legale che assiste Fiorucci, l'avvocato Amleto Coronella, sono state squarciate le gomme dell'auto con la quale l'indagato era stato accompagnato.

Sulla questione è intervenuto anche il vice presidente dell’associazione familiari e vittime della strada, Giovanni Delle Cave che per venerdì 18 ottobre ha organizzato una manifestazione davanti al tribunale contro il mancato arresto del pirata che ha ucciso Alessia. E proprio lo stesso Delle Cave cerca di allentare la tensione e invita a smorzare gli animi: “L'associazione europea familiari e vittime della strada comunica che se continuano le minacce all'avvocato difensore del pirata della strada annullerà la manifestazione del 18 ottobre davanti al tribunale di Latina. Massimo rispetto per gli avvocati”.

Intanto proseguono le indagini della stradale in merito alle altre due questioni ancora irrisolte, il ruolo giocato dalle altre due persone che sapevano e che hanno aiutato Fiorucci e la questione del furto dell’auto di cui il 43enne ex camionista possedeva già le chiavi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Arrestate Emanuele Fiorucci": su facebook cresce la sete di giustizia per Alessia

LatinaToday è in caricamento