Incidente sull’Appia, poliziotto eroe salva una famiglia: “Ora un giusto riconoscimento”

Il sinistro in cui è morta una giovane 21enne nella serata di domenica, 29 maggio, a Pontinia: l'assistente capo Stefano Giovanisi della Squadra Volante non ha esitato a gettarsi in un canale per salvare la famiglia. Mp: "Ora il giusto tributo al poliziotto eroe"

Senza esitazione e con coraggio ha salvato un’intera famiglia coinvolta nell’incidente che domenica scorsa, 29 maggio, si è verificato sull’Appia a Pontinia in cui ha perso la vita la 21enne Ioana Stefanescu e un bambino di 10 anni è rimasto gravemente ferito. 

Per esaltare il gesto eroico del poliziotto libero dal servizio, che “ha messo a repentaglio la propria vita per salvarne delle altre” è intervenuto anche il segretario generale provinciale del MP di Latina, Elvio Vulcano. 

L’assistente capo Stefano Giovanisi, della Squadra Volante quella sera era a bordo della sua auto e percorreva l’Appia quando si è accorto del terribile incidente che si era appena verificato. A ricostruire quanto successo dopo proprio lo stesso Vulcano. 

“Sentendo angosciate e concitate urla d’aiuto provenire dal gelido canale, nel buio più totale e senza esitazione si lanciava in soccorso del più vicino malcapitato, il conducente del mezzo, che informava l’impavido poliziotto che a bordo dell’auto erano anche presenti la moglie e i due figlioletti. Dopo averlo portato a riva, si rituffava  più e più volte nel tetro canale, fino allo stremo delle forze, per salvare l’intera famiglia.

L’assistente capo continuava la sua mirabile impresa collaborando attivamente anche alle operazioni di soccorso, condotte dagli operatori  del servizio 118, per rendere più celere il trasporto e ricovero di tutti  per le prime cure nel più vicino ospedale”.

“Questa volta la fortuna ha voluto che nell’immediatezza del sinistro sopraggiungesse un eroe, un eroe di tutti i giorni, uno di quelli che indossa un’uniforme, talvolta da qualcuno bistrattata. Questo gesto sarà in futuro messo in rilievo nei social, oppure nelle scuole, o nelle discussioni tra i giovani? 

Lo Stato premierà il gesto di Giovanisi solo con roboanti frasi ad effetto oppure gli attribuirà una promozione alla qualifica successiva, come si suole dire: ‘sul campo’, ed una medaglia al Merito Civile?” si chiede Vulcano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

Torna su
LatinaToday è in caricamento