Incidente con lo scooter a Borgo Podgora, un ferito. Guidava sotto l’effetto di alcol e droga

E’ quanto accertato dalla polizia stradale. Ritirata la patente all’uomo, arrivato in gravi condizioni al San Camillo di Roma, e sequestrato il mezzo privo di assicurazione

E’ stato denunciato perché alla guida sotto l’effetto di alcol e droga l’uomo che è rimasto coinvolto in un grave incidente stradale nella zona di Borgo Podgora mentre era in sella al suo scooter. Mezzo che è risultato anche privo della copertura assicurativa. 

Sono stati gli agenti della polizia stradale di Aprilia a svolgere i rilievi e i successivi accertamenti sul sinistro che all’alba di ieri, martedì 3 luglio, si è verificato nella frazione di Latina. L’uomo, che si trovava alla guida dello scooter, è stato subito soccorso dai sanitari del 118 e trasportato in eliambulanza all’ospedale San Camillo di Roma dove è arrivato in gravi condizioni. 

Nell’ambito dell’attività eseguita dopo il sinistro, gli agenti della polstrada hanno accertato lo stato di alterazione psicofisica del conducente che è risultato positivo agli esami per le droghe di abuso e con tasso alcolemico superiore alla norma. Per questo è stato denunciato e si è visto ritirare la patente di guida mentre lo scooter è stato posto sotto sequestro amministrativo anche perché privo della copertura assicurativa.

“I rilievi del sinistro stradale - spiega il comandante della polizia stradale di Aprilia Massimiliano Corradini - sono stati eseguiti a mezzo della nuova apparecchiatura denominata top crash PS che in modo digitale ricostruisce in pianta e in scala i rilievi effettuati fornendo nell'immediatezza la ricostruzione puntuale e precisa della zona del sinistro abbattendo i tempi di rilievo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento