rotate-mobile
LA LETTERA

Guida sotto l’effetto di alcol o droghe, l’appello a prefetto e forze dell’ordine: “Più controlli”

L’Associazione Familiari e Vittime della Strada scrive a Prefettura, Questura, Polizia Stradale, Polizia Locale e Carabinieri dopo l’incidente costato la vita al piccolo Romeo Golia a Terracina e all’investimento di Scauri nel weekend

Più controlli sulle strade con particolare attenzione alle attività volte al contrasto della guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche o di droga: questo quanto chiesto dall’Associazione Familiari e Vittime della Strada che ha scritto a Prefettura, Questura, Polizia Stradale, Polizia Locale e Carabinieri. 

Una lettera che arriva dopo un fine settimana drammatico sulle strade della provincia di Latina funestato dalla morte del piccolo Romeo Golia, il bambino di soli 11 anni investito e ucciso la sera di venerdì 5 agosto nella zona del lungomare a Terracina mentre stava attraversando la strada. 

L’associazione, si legge, “quale Ente no profit che persegue, tra l’altro, lo scopo di tutelare i diritti civili e le vittime della strada svolgendo, a tal fine, ogni attività utile a prevenire pericoli per la circolazione e l’incolumità degli utenti delle strade”, vuole portare all’attenzione “i numerosi e drammatici episodi legati all’incidentalità stradale che negli ultimi mesi hanno riguardato la provincia di Latina”. Da ultimo proprio l’incidente di cui è rimasto vittima Romeo Golia e quello avvenuto solo 24 ore dopo a Scauri a causa di un pirata della strada, successivamente costituitosi.

“In entrambi i casi sembrerebbe che all’origine vi sia l’abuso di alcol e sostanze” prosegue l’associazione che chiede “che vengano intensificati i controlli da parte delle pattuglie con finalità di contrasto alla guida in stato di ebrezza e sotto effetto di stupefacenti. Comprendiamo le difficoltà legate alla carenza di organico ma non possiamo subordinare a questo l’importanza della vita umana” conclude la Onlus.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guida sotto l’effetto di alcol o droghe, l’appello a prefetto e forze dell’ordine: “Più controlli”

LatinaToday è in caricamento