Incidenti stradali Latina Lido

Giovane investito al lido, pirata ai domiciliari. La protesta di Delle Cave

Interrogatorio in carcere al 46enne che domenica ha travolto il 23enne sul lungomare di Latina. Il vice presidnete dell'associazione familiari e vittime della strada annuncia una protesta davanti al tribunale contro una "decisione inconcepibile"

Sarà ristretto agli arresti domiciliari il cittadino marocchino di 46 anni che la sera di domenica, ubriaco, ha investito sul lungomare di Latina il 23enne Andrea Gallinella.

Nella giornata di ieri si è tenuto l’interrogatorio in carcere con lo straniero che davanti al gip Campoli, che poi ha disposto i domiciliari, si sarebbe difeso raccontando di non essersi accorto di quanto accaduto.

L’incidente nella serata di domenica al lido di Latina intorno alle 21.30 quando l’uomo alla guida della sua vettura dopo aver sbandato ha prima urtato un’altra vettura piombando poi sul giovane, poi ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Goretti, tentando una fuga bloccata dagli amici del ragazzo e dall’arrivo dei carabinieri che lo hanno arrestato.

Sdegno del vice presidente dell’associazione familiari e vittime della strada, Giovanni Delle Cave,  che ha definito questa “l’ennesima scarcerazione facile, nei confronti dello sconsiderato di Latina, che appena tre giorni fa con un gesto folle investiva un giovane di 23 anni al lido di latina, ricoverato un gravissime condizioni”.

Se la prende con una “certa magistratura” Delle Cave che “per protestare contro tale decisione, inconcepibile in uno stato di diritto”, ha deciso di promuovere una manifestazione che nei prossimi giorni si terrà proprio davanti al tribunale di Latina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane investito al lido, pirata ai domiciliari. La protesta di Delle Cave

LatinaToday è in caricamento