Incidenti stradali Centro / Piazza della Libertà

La manifestazione, cento croci per le vittime degli incidenti stradali

Ad annunciarlo Giovanni delle Cave che, dopo la Pasqua di sangue con tre vittime sulle strade di Latina, ha iniziato anche lo sciopero della fame

La manifestazione è in programma per domani mattina, venerdì 5 aprile. A partire dalle 10 davanti la sede della Prefettura in piazza dela Libertà a Latina verranno posizionate un centinaio di croci con le foto dei ragazzi che hanno perso la vita in seguito ad incidenti stradali.

Ad annunciarlo è Giovanni delle Cave, il vice presidente dell’Associazione Europea Familiari e Vittime della Strada.

La manifestazione arriva dopo la drammatica scia di sinistri mortali che ha sporcato di sangue la domenica di Pasqua: tre le vittime per due incidenti che lo scorso 31 marzo si sono verificati a distanza di poche ore uno dall’altro lungo via Sabotino a Latina. Un cittadino di nazionalità romena è stato investito e ucciso mentre era in sella alla sua bicicletta da una moto, mentre i coniugi Roberta Imperiali e Massimo Brunetti hanno perso la vita dopo lo scontro con un’altra auto.

“Chiediamo al prefetto D’Acunto che spinga il Comune ad un impegno per un più intenso controllo delle strade al fine di garantire maggiore sicurezza. Chiediamo una presenza dei vigili urbani sulle strade, non è possibile che la vita delle persone venga spezzata a causa di qualcuno che guida ubriaco o corre a folle velocità” ha spiegato delle Cave.

“Quello che è successo domenica su via Sabotino è vergognoso. E non è ammissibile che chi ha causato tutto questo resti ancora libero e impunito. Una famiglia è stata distrutta, una figlia è rimasta senza genitori: è ora di intervenire e seriamente”.

Il riferimento è alla battaglia da tempo portata avanti da Delle Cave per l’introduzione del reato di omicidio stradale. Intanto da ieri mattina il vice presidente dell’Associazione Europea Familiari e Vittime della Strada ha iniziato, sotto stretto controllo del suo medico, ha iniziato lo sciopero della fame, che andrà avanti fino a quando l'autorità giudiziaria non prenderà gli opportuni provvedimenti degni di uno stato di diritto nei confronti degli autori di questa strage.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La manifestazione, cento croci per le vittime degli incidenti stradali

LatinaToday è in caricamento