Incidente mortale a borgo Piave, arrestato il giovane che guidava sotto l'effetto di droga

Nello scontro di lunedì sulla Pontina ha perso la vita il 58enne Rocco D'Antona, di Aprilia, ed è rimasto gravemente ferito il figlio di 15 mesi del 26enne. Questa mattina la stradale ha notificato al giovane un'ordinanza di custodia cautelare

Gli agenti della polizia stradale di Aprilia hanno notificato un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari al 26enne che lunedì  ha causato l'incidente di borgo Piave in cui ha perso la vita Rocco D'Antona, 58 anni di Aprilia. Lo scontro era avvenuto sulla Pontina, all'altezza del chilometro 65+240.

Il 26enne di Latina, Andrea I., era in auto con il figlio di 15 mesi quando, a causa dell’eccessiva velocità e dell’alterazione psicofisica a seguito dell’assunzione di un mix di droghe, ha perso il controllo del mezzo travolgendo l'auto della vittima che era ferma sulla piazzola di sosta.

Per D'Antona non c'è stato nulla da fare, il bimbo ha riportato gravi conseguenze ed è stato elitrasportatoi a Roma. Dagli immediati accertamenti il 26enne è risultato positivo ad un mix di sostanze stupefacenti ( oppiacidi, metadone, cannabinoidi e benziodazepine).

La polizia si è recata questa mattina in ospedale a Roma per notificare il provvedimento emesso dal gip al giovane che si trova ricoverato. L'accusa a suo carico è quella di omicidio colposo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

Torna su
LatinaToday è in caricamento