Incidenti stradali Aprilia

Provocò l’incidente in cui morì Stella Manzi, condannato a 5 anni e 6 mesi

L'incidente sulla Nettunense ad Aprilia risale al 26 dicembre del 2013: la bambina di 9 anni era con la sua famiglia in auto quando questa fu travolta dalla vettura del giovane alla guida ubriaco

Cinque anni e sei mesi: è stata emessa questa mattina presso il tribunale di Latina dal giudice Giorgia Castriota la sentenza di primo grado nell’ambito del processo per la morte della piccola Stella Manzi, la bambina di 9 anni che nel 2013 ha perso la vita in seguito ad un incidente stradale sulla Nettunense. 

La piccola viaggiava su un’auto con la madre e i fratelli quando la vettura guidata da Daniel Domnar li ha travolti. A distanza di poco più di tre anni da quel drammatico sinistro, è arrivata dunque la sentenza che condanna il giovane di origini romene a cinque anni e mezzo. Il pm aveva chiesto 6 anni per lui. Fra 90 giorni si conosceranno le motivazioni. 

“Una pena iniqua” l’ha definita la mamma della piccola Stella che da tre anni combatte la sua battaglia. 

LE PAROLE DELLA MAMMA DI STELLA

L’incidente risale al 26 dicembre del 2013: il giovane di origini romene era alla guida della sua auto, sotto l’effetto di alcol e stupefacenti, quando travolse la vettura su cui viaggiavano Stella Manzi e la sua famiglia. La bambina di 9 anni è deceduta pochi giorni dopo in ospedale. Arrestato il 31 dicembre, e dopo aver ottenuto i domiciliari, il giovane qualche mese era evaso facendo perdere le proprie tracce; dopo un anno di indagini e ricerche nel febbraio del 2016 era stato rintracciato in Irlanda. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provocò l’incidente in cui morì Stella Manzi, condannato a 5 anni e 6 mesi

LatinaToday è in caricamento