menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidente sulla Nettunense, omicidio colposo per il guidatore ubriaco

Il giovane di 20 anni che il 26 dicembre a Campo di Carne ha provocato l'incidente in cui ha perso la vita la bimba di 9 anni è stato denunciato per omicidio colposo. Donati gli organi della piccola Stella

È stato denunciato per omicidio colposo il giovane di nazionalità romena di 20 anni che nella prima serata del 26 dicembre, mentre era alla guida ubriaco della sua vettura, ha provocato l’incidente sulla Nettunense a Campo di Carne in cui ha perso la vita la piccola Stella Manzi, la bimba di 9 anni che in quel momento si trovava in auto con la sua famiglia.

La piccola è deceduta dopo circa un giorno di agonia all’ospedale Bambin Gesù di Roma dove era stata ricoverata in condizioni gravissime. Secondo quanto si apprende le lesioni riportate rendevano disperate le condizioni della bimba, che era stata sbalzata fuori dalla macchina nella quale viaggiava con la madre, la sorella minore e due ragazzi di 20 anni.

A provocare l'incidente stradale un ragazzo rumeno di 20 anni che, secondo gli accertamenti, guidava sotto l'effetto di alcol e droga: la sua auto, in fase di sorpasso avrebbe invaso l'opposta corsia di marcia scontrandosi con la Fiat Panda condotta dalla madre della bambina. La famiglia è residente a Roma.

I genitori della bambina hanno deciso di donare gli organi della piccola, un gesto di grande cuore che permetterà ora di salvare la vita altri 5 bambini. Intanto i funerali di Stella si celebreranno domani. "E' morta con l'allegria della vita. Destino infame", ha scritto la mamma della bambina su Facebook, aggiungendo: "A tutti coloro che l'hanno conosciuta, lunedì prossimo ci saranno i funerali. Alla parrocchia di Santa Barbara. A Capannelle".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento