rotate-mobile
Incidenti stradali Aprilia

Incidente sulla Nettunense, muore bimba di 9 anni: Delle Cave in sciopero della fame

Il giovane, positivo ai test per alcol e droga, è stato denunciato per omicidio colposo; vice presidente Familiari e Vittime della Strada: "Se prosegue questa inerzia darò seguito allo sciopero della fame"

Ha annunciato lo sciopero della fame come segno di protesta per il mancato arresto del giovane di nazionalità romena che nella sera del 26 dicembre, alla guida ubriaco e drogato, ha provocato l’incidente in cui ha perso la vita la piccola Stella Manzi.

Il vice presidente dell’associazione familiari e vittime della strada, non nuovo a queste forme di protesta, torna a far sentire la sua voce dopo l’episodio drammatico che ha visto, suo malgrado, protagonista la bambina di 9 anni deceduta sabato all’ospedale Banbin Gesù di Roma dove era stata ricoverata.

Il giovane, trovato positivo ai test per alcol e droga, è stato denunciato per omicidio colposo.

“Preso atto – scrive Delle Cave in una nota - di non chiedere l'applicazione della misura cautelare della custodia in carcere nei confronti del carnefice della via Nettunense, giovane rumeno ubriaco positivo al test della cocaina alla guida di un’auto rubata priva di assicurazione, il quale il 26 dicembre ha distrutto una famiglia, uccidendo una bambina di 9 anni e ferendo la mamma e la piccola sorellina, il vice presidente Giovanni Delle Cave, quale segno di indignata protesta, annuncia che fin dai prossimi giorni, persistendo questa inerzia, darà seguito allo sciopero della fame”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente sulla Nettunense, muore bimba di 9 anni: Delle Cave in sciopero della fame

LatinaToday è in caricamento