Mercoledì, 23 Giugno 2021
Incidenti stradali

Omicidio stradale, oltre il dolore: la battaglia di Valore Donna

L'associazione insieme ad alcune famiglie pontine di vittime della strada saranno a Roma per alcune iniziative presso la Camera dei Deputati

Alessia Calvani, 15enne travolta e uccisa da un'auto pirata a Latina scalo

Introduzione dell’omicidio stradale. Questa da tempo una delle battaglie condotte dall’associazione Valore Donna che insieme ad alcune famiglie delle vittime pontine di incidenti stradali sarà presente oggi pomeriggio alla presentazione del libro “Felici di seguirti – una storia di ordinaria inciviltà” prevista alle 15 presso la Camera dei Deputati a Roma.

Il volume scritto a quattro amni da Stefania e Stefano Guarnieri, genitori di Lorenzo, raccontano la storia di un incidente stradale di cui rimase vittima un ragazzo di 17 anni, investito ed ucciso da un uomo che guidava sotto l’effetto dell’alcool; un libro che ha l’unico scopo di fare riflettere l’opinione pubblica sul delicato tema degli incidenti stradali.

“Si tratta, secondo noi, di omicidi stradali – commenta la presidente di Valore Donna Valentina Pappacena – tanto è che, al termine della presentazione del libro, riprenderà la nostra battaglia (interrotta dalla fine della precedente legislatura) per l’inasprimento delle pene in materia di incidenti stradali. E’ stata preparata una proposta di legge attraverso la collaborazione tra le Associazione Lorenzo Guarnieri, Gabriele Borgogni, l’Associazione amici e sostenitori della polizia stradale, Comune di Firenze e Polizia Municipale di Firenze che prevede modifiche importanti all’attuale regolamento. In sintesi – aggiunge ancora la presidente di Valore Donna – nella proposta di legge si prevede il cambiamento del nome del reato che non sarà più “omicidio colposo”, ma diventerà “omicidio stradale”. La pena passerà dagli attuali 3-10 anni ad 8-18 anni e sarà previsto l’arresto in flagranza di reato. Queste solo alcune delle modifiche che sono state pensate nella proposta che, nelle prossime settimane, presenteremo al nuovo esecutivo”.

Partiranno dalla provincia di Latina per intervenire all’evento di domani anche le famiglie di Alessia Calvani, uccisa a Latina Scalo da un pirata della strada nel 2012; la famiglia di Raffaele Vertolomo ucciso a Terracina da un cittadino di nazionalità romena che guidava sotto l’effetto dell’alcool; la famiglia di Roberta Imperiali morta insieme al marito in quella che è stata denominata la strage di Pasqua in via Sabotino, uccisi da un ragazzo che andava a folle velocità e che guidava sotto l’effetto dell’alcool.

“Oltre a queste famiglie ce ne saranno tante altre – racconta Valentina Pappacena – che arriveranno da ogni parte d’Italia per testimoniare il loro dolore e le loro storie di famiglie distrutte da persone, che troppo spesso, vengono rimesse in libertà come se niente fosse come se si trattasse di omicidi minori” conclude la Presidente di Valore Donna.

All’incontro di oggi parteciperanno anche Barbara Benedettelli responsabile del dipartimento tutela vittime della violenza, il senatore del PD, Claudio Moscardelli e Nello Formisano deputato di Centro Democratico oltre ad altri rappresentanti politici dei vari schieramenti. “Ringrazio davvero tutti – aggiunge Valentina Pappacena – in particolare Luca Squeri del PdL e Ignazio La Russa di Fratelli d’Italia perché è importante sottolineare come a questo progetto stiano partecipando tutte le componenti politiche del nostro Paese”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio stradale, oltre il dolore: la battaglia di Valore Donna

LatinaToday è in caricamento