Martedì, 26 Ottobre 2021
Incidenti stradali

Omicidio stradale, la lotta di Valore Donna: pronto il disegno di legge

Presidente Pappacena: "Credo sia arrivato il momento giusto per introdurre questo reato che prevede pene più severe per chi uccide volontariamente". Disegno di legge presentato dal senatore Moscardelli

Va avanti la battaglia per l'introduzione del reato di omicidio statale dell’associazione Valore Donna, che insieme all’Avisl, ha preparato il Disegno di Legge sul tema “Norme in materia di omicidio e lesioni personali stradali” presentato lo scorso 11 marzo su iniziativa del senatore del Pd Claudio Moscardelli.

La settimana prossima a Roma è in programma quindi la conferenza stampa del disegno di legge che prevede pene fino a 16 anni per chi si mette alla guida in stato di ebbrezza alcolica o di alterazione psico fisica per l'assunzione di sostanze stupefacenti o supera di oltre il doppio il limite di velocità e provoca la morte di una persona.

Una tema molto caro alla presidente dell’associazione Valore Donna, Valentina Pappacena, che da anni lotta al fianco delle famiglie che hanno perso i loro cari in incidenti stradali. “Speriamo che questa sia la volta buona – afferma Valentina Pappacena -. Ringrazio in particolare il senatore Claudio Moscardelli che ha sposato la nostra battaglia.

Credo sia arrivato proprio il momento giusto per introdurre questo reato che prevede pene più severe per chi uccide volontariamente. Perché chi si mette alla guida in condizioni non perfette sa che prima o poi potrebbe causare un incidente stradale”.

“Come ha detto anche il nostro Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, il giorno del suo insediamento è ora di omicidio stradale. Renzi, tra l’altro, proprio in questo senso aveva iniziato una sua battaglia quando era ancora sindaco di Firenze – spiega la presidente di Valore Donna - dopo la morte di un ragazzo fiorentino, Lorenzo Guarnieri, investito mentre viaggiava sul suo motorino da una persona che guidava ubriaca e contromano. Renzi fu invitato dai genitori di Lorenzo a condividere la loro battaglia e fu uno dei primi firmatari.

Mi sento di rivolgere un pensiero – aggiunge Valentina Pappacena – a tutte le famiglie che ogni giorno seguo, alle tante mamme e papà che hanno perso i loro figli e a Martina che, a borgo Sabotino nella ormai famosa “strage di Pasqua”, ha perso entrambi i genitori. Ma questo è solo il primo passo – continua ancora Valentina Pappacena – perchè adesso bisogna lavorare sulla sicurezza stradale e su campagne di sensibilizzazione indirizzate soprattutto ai giovani”. 

Parole di grande soddisfazione sono state espresse anche dal senatore Moscardelli. “Ho trasmesso il Disegno di Legge sull’introduzione dell’omicidio stradale anche al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi – ha affermato il senatore del Pd – suggerendogli di fare un Decreto Legge così da introdurre nell’immediato queste novità o comunque di sostenere l’iter del Disegno di Legge per fare sì che venga approvato nel più breve tempo possibile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio stradale, la lotta di Valore Donna: pronto il disegno di legge

LatinaToday è in caricamento