rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Incidenti stradali Aprilia

Incidente Padova, cordoglio delle istituzioni: bloccate le celebrazioni

Profondo dolore per i rappresentanti delle istituzioni locali e nazionali per il tragico incidente che ha coinvolto gli ex carabinieri di Aprilia e i loro familiari. Stop alle manifestazioni

La notizia del drammatico incidente che questa mattina ha visto coinvolto il pullman che da Aprilia era partito verso Jesolo per accompagnare gli ex carabinieri e i loro familiari al raduno dell’Arma, non poteva non gettare nello sconforto l’intero paese.

Numerosi gli interventi dei rappresentanti delle istituzioni, sia livello locale che nazionale, per esprimere il loro profondo cordoglio per una tragedia che ha sconvolto tutti.

PRESIDENTE DELLA PROVINCIA ARMANDO CUSANI - “A nome dell’intera Provincia di Latina e mio personale esprimo il profond cordoglio per il tragico incidente stradale accaduto questa mattina all comitiva di ex carabinieri di Aprilia, che si recava all’annuale raduno nella città di Jesolo. In questo triste momento non possiamo che testimoniare la nostra vicinanza ai familiari delle vittime e l’auspicio che i feriti possano in breve tempo tornare alle loro normali attività. E’ per noi un fatto oltremodo triste perché ogni anno all’evento di Jesolo partecipavamo con il Gonfalone e una nostra rappresentanza istituzionale, a testimonianza come l’Arma dei Carabinieri gode del rispetto e della fiducia dell’Ente di via Costa e di tutti i cittadini pontini.
Quest’anno, per una mera ragione organizzativa dovuta alle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio, dove per l’espletamento del servizio di sicurezza presso le sedi dei seggi elettorali è prevista anche la collaborazione della Polizia Provinciale, non ne abbiamo disposto la partecipazione. Rimaniamo in ogni modo a disposizione dell’Associazione Carabinieri di Aprilia per quanto la Provincia potrà essere utile”.

PRESIDENTE DELLA REGIONE, RENATA POILVERINI - Un grave lutto che colpisce la città di Aprilia e la nostra regione e che ci addolora profondamente. Voglio rivolgere il cordoglio mio e della Regione Lazio alle famiglie delle vittime, all'Associazione nazionale Carabinieri, a tutta la comunità di Aprilia".
"Siamo vicini ai feriti con i quali condividiamo questo momento di grande tristezza - aggiunge la presidente Polverini -. L'associazione nazionale carabinieri collabora da anni con passione con la Protezione civile regionale mettendo a disposizione esperienza e impegno con encomiabile spirito civico e di solidarietà. E' una giornata triste – conclude Polverini -, che tocca nel profondo la città di Aprilia e tutti noi.

ASSESSORE REGIONALE ALLE POLITICHE SOCIALI E FAMIGLIA ALDO FORTE - “Mi stringo attorno alle famiglie colpite dal tragico evento ed esprimo le più sentite condoglianze. Quella che doveva essere un’occasione di festa, per ricordare e celebrare l’impegno e lo spirito di solidarietà che contraddistingue l’Arma dei Carabinieri, si è trasformata purtroppo in una giornata di lutto. Per la comunità di Aprilia e il Lazio è un momento di profondo dolore”.
“Il pensiero va ai feriti, - aggiunge Forte – affinché possano riprendersi dalle gravi condizioni in cui si trovano. E all’Associazione nazionale carabinieri in congedo – conclude Forte – che, così come tante altre associazioni di volontariato del registro regionale, si è sempre fatta trovare pronta nelle situazioni di emergenza, mettendo a disposizione con grande spirito solidale la propria professionalità”.

PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, GIORGIO NAPOLITANO - "Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, appresa la notizia del tragico incidente occorso a un gruppo di Carabinieri in congedo, simpatizzanti dell'Associazione Nazionale dell'Arma e familiari che si stavano recando al Raduno nazionale, ha espresso la sua commossa partecipazione al cordoglio per il luttuoso evento, unitamente ai piu' affettuosi sentimenti di solidarieta' ai tanti feriti". Lo comunica in una nota il Quirinale.

IL PRESIDENTE DELLA CAMERA GIANFRANCO FINI - Appresa la notizia del tragico incidente avvenuto oggi nei pressi di Padova, che ha coinvolto un pullman che recava a bordo Carabinieri in congedo e loro familiari, il Presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha inviato un messaggio al Comandante generale dell'Arma dei Carabinieri in cui esprime "la più intensa solidarietà, sua personale e della Camera dei deputati, ai familiari delle vittime, e le più sincere condoglianze a tutta l'Arma". "Desidero altresì far giungere - ha concluso Fini - il mio sincero augurio di pronta guarigione a quanti sono rimasti feriti". Lo rende noto un comunicato di Montecitorio.

PRESIDENTE DEL SENATO, RENATO SCHIFANI - Appresa la notizia del tragico incidente accaduto stamani sulla A13 che ha coinvolto un pullman di partecipanti al XXII raduno nazionale dell'Associazione Nazionale dei Carabinieri, il Presidente del Senato, Renato Schifani, esprime ai familiari delle vittime il suo più profondo cordoglio unitamente a sentimenti di vicinanza a tutti i feriti. ''Rivolgo la mia sincera solidarietà - continua il Presidente Schifani - anche all'Associazione dell'Arma colpita da questo inaspettato lutto”.

GOVERNATORE DEL VENETO - Il governatore del Veneto esprime dolore e cordoglio per il tragico incidente accaduto stamane sulla A13 a Legnaro (Padova). "Una disgrazia che colpisce tante famiglie - ha detto il presidente - alle quali rivolgo le condoglianze mie personali, della Regione e di tutta la comunità veneta. Rivolgo un pensiero anche all'Associazione Nazionale Carabinieri che sta celebrando a Jesolo e Venezia, dove il pullman era diretto, il suo ventiduesimo raduno, e che ha deciso di annullare in segno di lutto le iniziative previste per oggi". "La macchina dei soccorsi si è mossa con grande rapidità - sottolinea Zaia - e anche grazie al pronto intervento del personale medico, dei vigili del fuoco e della polizia stradale il già gravissimo bilancio non è risultato ancora più drammatico". "Rilevo, infine, che i passeggeri del mezzo - ha concluso il governatore - provenivano da Aprilia, nel Lazio, cioè da quell'area dell'Agro Pontino dove è storicamente insediata una numerosa comunità di origine veneta che di recente ho avuto modo di incontrare: una circostanza che mi rende ancor più vicino a queste famiglie".

PRESIDENTE DELLA PROVINCIA VENETO - A seguito del tragico incidente di questa mattina, a nome mio e di tutta l'Amministrazione provinciale di Padova, da sempre vicini all'Associazione Nazionale Carabinieri, voglio esprimere alle famiglie delle vittime il più profondo cordoglio e gli auguri più sinceri ai numerosi feriti". Lo dice la Presidente della Provincia di Padova, Barbara Degani.

PRESIDENTE NAZIONALE ANC: STOP ALLE CELEBRAZIONI – “Per oggi, ha sottolineato abbiamo annullato tutte le manifestazioni e stiamo avvertendo da stamani tutti gli associati che non sono partiti di non mettersi in viaggio. Per domani stiamo valutando cosa fare, c'è la volontà di fare a Jesolo una messa in ricordo delle vittime. Sono convinto che la nostra patrona, la Virgo Fidelis, avrà già accolto i nostri ragazzi in Paradiso. Sono convinto che la nostra patrona, la Virgo Fidelis, avrà già accolto i nostri ragazzi in Paradiso”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente Padova, cordoglio delle istituzioni: bloccate le celebrazioni

LatinaToday è in caricamento