Martedì, 26 Ottobre 2021
Incidenti stradali

Incidenti, raccolta firme contro il decreto “Salva Assicurazioni”

In piazza l'associazione Valore Donna per bloccare l'intervento legislativo che se varato potrebbe ridurre di quasi il 60% i risarcimenti alle vittime

Valore Donna torna in piazza a tutela delle vittime della strada.

L’associazione, così come sta succedendo in altre città d’Italia, si è mobilitata stamattina per una raccolta firme per bloccare l’intervento legislativo (pensato dal Governo Monti) per i risarcimenti dovuti a chi subisce danni gravi in occasione di incidenti stradali, incidenti sul lavoro e malasanità.

Il decreto, se varato, infatti, potrebbe ridurre di quasi il 60% i risarcimenti alle vittime.

“La questione è complessa – spiega Valentina Pappacena, Presidente di Valore Donna - e si riferisce ai soli sinistri che comportino danni gravi, oltre i 9 punti di invalidità permanente. Non è la prima volta che succede – spiega Valentina Pappacena. Ci provò il Governo Berlusconi nel 2011, con un testo simile al presunto nuovo decreto Monti, ma meno punitivo sui risarcimenti. Quel testo, tuttavia, venne bloccato per le fortissime resistenze di associazioni e Parlamento. Seguì una mozione, che puntava nuovamente all’introduzione di un Decreto in materia. Poi altre riunioni al Ministero dello Sviluppo, altre polemiche e non se ne fece più nulla”.

“Ora ci risiamo e allora – aggiunge la Presidente di Valore Donna – noi insieme all’AVISL (associazione vittime incidenti stradali, sul lavoro e malasanità che da oltre 16 anni si occupa di tutela giudiziaria delle vittime di sinistri di varia natura, assistendoli anche penalmente nel caso intendano costituirsi parte civile) abbiamo organizzato una raccolta firme per bloccare questo nuovo decreto salva assicurazioni. Valore Donna e l’AVISL stanno già effettuando una raccolta firme on line e con la giornata di domenica si spera si possa arrivare ad un risultato importante. Si tratta di una campagna nazionale – spiega Valentina Pappacena - per evitare che a rimetterci siano le vittime a favore delle assicurazioni e delle lobby di potere. Non possiamo restare a guardare, mentre con un colpo di spugna si vogliono cancellare decenni di battaglie” conclude la Presidente di Valore Donna.

Chi volesse offrire il proprio appoggio on line può farlo su: www.valentinavaloredonna.blogspot.com www.avisl.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti, raccolta firme contro il decreto “Salva Assicurazioni”

LatinaToday è in caricamento