Incidenti stradali

Strage di Pasquetta a Sabotino, giovane condannato a 7 anni

Emessa la sentenza per Stefano Carpico, 30 anni di Cisterna: lo scorso anno, a 180 chilometri orari, aveva provocato l'incidente in cui morirono Roberta Imperiali e Massimo Brunetti, marito e moglie. Il pm aveva chiesto sei anni

Sette anni di reclusione: è quanto ha stabilito il giudice per l’udienza preliminare Mara Mattioli per Stefano Carpico, il 30enne di Cisterna che lo scorso anno aveva provocato un incidente in strada Sabotino in cui morirono Roberta Imperiali e Massimo Brunetti, marito e moglie.

Per il giovane, il pubblico ministero Gregorio Capasso aveva chiesto sei anni mentre il gup ha stabilito un anno in più. La sentenza è stata emessa nel primo pomeriggio di oggi, al termine del processo che si è svolto con il rito abbreviato condizionato alla perizia di parte. In aula era presente anche la figlia della coppia.

Il giovane, difeso dall’avvocato Oreste Palmieri, si trova agli arresti domiciliari. Era il 31 marzo dello scorso anno quando Caripico, a bordo della sua Bmw, in compagnia del fratello, tamponò la Golf su cui viaggiava la coppia. La donna morì sul colpo mentre il 48enne qualche ora dopo il ricovero al Santa Maria Goretti.

Secondo quanto ricostruito dalla Stradale, Caripico viaggiava a 174 chilometri orari, ed era risultato positivo all’alcol test, rientrando in una fascia intermedia. Un mese dopo fu arrestato con l'accusa di omicidio colposo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Pasquetta a Sabotino, giovane condannato a 7 anni

LatinaToday è in caricamento