menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cantiere di via Monti

Il cantiere di via Monti

Incidenti sul lavoro, Filca Cisl: “Task force per aumentare i controlli e formare gli operai”

L’intervento del segretario provinciale Masciarelli dopo l’incidente in via Monti costato la vita al 53enne di Sezze Luigi Frabotta

“Una task force tra i principali attori del settore edile per avviare controlli più serrati ed intervenire nella formazione degli operai in materia di sicurezza sul lavoro”: questa la proposta di Paolo Masciarelli, segretario provinciale della Filca Cisl di Latina che interviene dopo l'ennesimo incidente sul lavoro, quello avvenuto mercoledì 4 settembre in un cantiere di via Monti a Latina e in cui ha perso la vita il 53enne di Sezze Luigi Frabotta. 

“La situazione – spiega il segretario della Filca Cisl - è ormai sfuggita ad ogni controllo e la sicurezza sul lavoro deve diventare una emergenza nazionale, troppi morti e troppe tragedie familiari”. 

Masciarelli fa dunque un richiamo alle istituzioni locali e nazionali affinché aumentino i controlli “in maniera stringente per diminuire le zone di nero e di grigio che su questo fenomeno fanno ancora ombra”. E così la proposta: “Si rende necessario ed ormai urgente – spiega -, per la Filca Cisl di Latina e per tutti gli operai del settore delle costruzioni, un protocollo d’intesa che possa creare sinergie tra tutti gli enti pubblici preposti al controllo al fine di elevare l’efficienza delle azioni ispettive, e coinvolgere gli enti paritetici della provincia di Latina, la Cassa Edile di Latina, l’Edilcassa Lazio e soprattutto l’Esel Cpt di Latina, per mettere in rete tutti i dati possibili e soprattutto per promuovere una cultura della sicurezza e della formazione che passi per gli enti paritetici accreditati”. 

Secondo il segretario della Filca Cisl è necessario formare i lavoratori “ad una cultura della sicurezza che possa preventivamente evitare queste tragedie e investire risorse e tempo nella formazione, rendendola oltre che necessaria per i lavoratori, anche premiante per il sistema delle imprese. Nel 2019 non si può più morire sul lavoro e l’esponenziale aumento dei morti e degli infortuni non rende l’Italia un paese civile”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, nuovi casi di variante inglese: focolaio a Latina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento