Depurazione e recupero dispersioni idriche: nuovo incontro del tavolo tecnico a Formia

Il tavolo istituto lo scorso luglio. Obiettivo della riunione verificare lo stato attuale di alcune delle attività individuate precedentemente e definire le azioni per quanto riguarda i due importanti aspetti

Depurazione e i lavori per il recupero delle dispersioni di rete: di questo si è parlato lo scorso 8 agosto nel corso del secondo incontro del tavolo tecnico - operativo istituito a  il 17 luglio scorso a Formia. L’obiettivo della riunione, appunto verificare lo stato attuale di alcune delle attività individuate precedentemente e definire le azioni per quanto riguarda i due importanti aspetti.

La depurazione

Per la depurazione, spiegano dall’Amministrazione di Formia, “è stata presentata da parte di Acqualatina la documentazione relativa alla qualità delle acque depurate dall’impianto di Madonna delle Grazie. Dai documenti l’acqua risulta di buona qualità e i valori rientrano nei parametri individuati dalla normativa vigente”. Lo stesso depuratore è in fase di ampliamento per la zona fanghi e ne è prevista l’ultimazione per dicembre 2018, mentre è programmato per febbraio 2019 l’ampliamento della vasca di sollevamento nei pressi della Torre di Mola. Lavoro che sarà realizzato a partire da ottobre 2018.

“Per Rio Santa Croce si sta già procedendo con una task force che si occuperà di individuare in modo puntuale gli scarichi abusivi nel Rio. Importante risulta procedere in parallelo adoperando, un confronto tra le azioni dovute dal gestore e i controlli sugli allacci abusivi. Saranno previsti anche dei controlli sulle condotte sottomarine. Controlli fermi da qualche anno e richiesti dall’Ente Comunale”.

Le reti idriche 

Per le reti idriche il discorso si è concentrato sulla diminuzione della dispersione delle acque. “L’obiettivo che si vuole raggiungere è ridurre l’attuale 240 l/s su 360 l/s immessi nella rete, a 160 l/s su 360 s/l. Per raggiungere l’obiettivo ci sarà da parte del gestore un investimento di 2.600.000 euro corrispondenti alla sostituzione di 15-18 Km di rete, tenendo presente che la rete di Formia è di 200 km. Gli interventi di sostituzione sono già in corso d’opera in via Pientime e in via Balzorile, sono invece in programmazione per ottobre le sostituzioni in via Palazzo e via Appia Lato Napoli, a seguire si procederà dal serbatoio di Sant’Andrea a Largo Paone. Quest’ultimo tratto è notevolmente interessato dalle dispersioni sotterranee che comportano riduzione di flusso, che sono state segnalate più volte in questi anni al gestore”.

Il tavolo tecnico

“E’ obiettivo di questo Comune presidiare in modo continuativo alla messa in opera dei lavori e alla loro modalità di esecuzione - commentano dall’Amministrazione -. Importante da parte dell’Ente portare a termine una serie di miglioramenti sul recupero delle dispersioni, cercando di ampliare anche la conoscenza strutturale e cartografica dell’intera rete idrica del Comune di Formia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Tamponi in farmacia, dove farli a Latina e provincia. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Coronavirus, contagi in risalita: 180 casi e ancora quattro decessi in provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento