Cronaca Centro / Piazza del Popolo

Appalti truccati a Napoli: indagato anche l'ex segretario del Comune di Latina

Coinvolto Pasquale Incarnato, ex segretario del Comune di Latina, nell'inchiesta della Guardia di Finanza di Napoli, che ha portato all'esecuzione di 69 ordinanze cautelari. Per Incarnato interdizione dai pubblici uffici

E’ coinvolto anche Pasquale Incarnato, ex segretario generale del Comune di Latina, nell’inchiesta della Guardia di Finanza di Napoli, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, che ha portato all’esecuzione di 69 ordinanze di custodia cautelare, di cui 30 in carcere.

L’indagine riguarda una serie di appalti pubblici truccati o irregolari espletati in diverse province campane. I reati contestati a vario titolo agli indagati vanno dalla corruzione alla turbativa d’asta fino al concorso esterno in associazione mafiosa. L’obiettivo sarebbe stato quello di favorire imprese considerate vicine al clan camorristico dei Casalesi.

Pasquale Incarnato, 59enne napoletano, aveva ricevuto l’incarico di segretario generale presso l’amministrazione comunale di Latina dal commissario Barbato, dopo la caduta dell’amministrazione di Giovanni Di Giorgi. I fatti contestati risalgono a quando era in servizio presso il Comune di San Giorgio a Cremano. Per l’ex segretario generale è stata disposta la misura dell’interdizione dai pubblici uffici per la durata di un anno.   

Le attività investigative hanno permesso di far emergere la “sistematica operatività di un gruppo di colletti bianchi in grado di incidere in maniera determinante sull'aggiudicazione di dette gare di appalto in favore di imprese predesignate, alcune delle quali riconducibili a soggetti vicini alla criminalità organizzata e, precisamente, al clan dei casalesi”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti truccati a Napoli: indagato anche l'ex segretario del Comune di Latina

LatinaToday è in caricamento