Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Cisterna di Latina / Via Carlo Alberto Dalla Chiesa

Cisterna, indagini sull’attentato ai carabinieri: due i responsabili

Proseguono le visualizzazioni delle immagini delle videocamere dell'Arma e degli edifici limitrofi. Uno dei malviventi si sarebbe ustionato una mano mentre lanciava la molotov

Continuano le indagini delle forze dell’ordine dopo l’attentato incendiario contro uno dei carabinieri della caserma di Cisterna. Gli agenti in queste ore stanno visionando i filmati del circuito di videosorveglianza dell’Arma, come anche quelli di una serie di strutture limitrofe.

E proprio queste immagini avrebbero permesso di compiere dei passi avanti nella ricerca dei responsabili dell’atto. Si, perché stando alle prime indiscrezioni, i malviventi, che nella serata di venerdì 25 novembre avrebbero lanciato una bottiglietta molotov contro l’auto di un carabiniere parcheggiata nel locale comando stazione di via Dalla Chiesa, sarebbero due.

Ricordiamo che gli uomini si sono avvicinati alla vettura parcheggiati per poi rompere il finestrino e lanciare la bottiglia all’interno. Mentre cercavano di mettere a segno il proprio attentato sono caduti rovinosamente a terra, per poi darsi alla fuga a piedi per le vie del centro. Ma la novità sarebbe anche un’altra. Mentre cercava di lanciare la molotov, uno dei due malviventi si sarebbe ustionato una mano.

Per questo motivo ora le ricerche sono state spostate anche verso le farmacie e le strutture sanitarie limitrofe. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisterna, indagini sull’attentato ai carabinieri: due i responsabili

LatinaToday è in caricamento