Venerdì, 12 Luglio 2024
Il caso

Indagini sul rogo al palazzo di vetro: il secondo in pochi mesi, non si esclude l'atto doloso

L'incendio nello stabile di viale Nervi ha riacceso i fari sul problema della sicurezza. Le fiamme partite da un materasso su cui dormiva una persona senza fissa dimora

Si indaga sull'incendio divampato all'interno del palazzo di vetro di viale Nervi, a Latina. Non si esclude a quanto pare l'ipotesi dell'atto doloso su cui sono al lavoro gli investigatori della polizia. Il rogo è partito da un materasso sul pianerottolo del piano terra, utilizzato come giaciglio per dormire da una persona senza dimora. Le fiamme hanno avvolto il materasso e soprattutto sprigionato rapidamente una nube di fumo che ha avvolto le scale.

In pochi minuti si è creato il panico all'interno del condominio, con i residenti intrappolati. Qualcuno è riuscito a fuggire, altri hanno perfino provato a calarsi dalle finestre con una corda. Molti comunque hanno respirato il fumo e sono rimasti intossicati. Per diversi condomini è stato infatti necessario ricorrere alle cure dell'ospedale, tra cui una ragazza di 20 anni, portata all'ospedale di Terracina. 

Per il palazzo di vetro non si tratta del primo rogo. E' infatti il secondo incendio in pochi mesi, che riaccende il problema della sicurezza e del degrado più volte segnalato dai residenti. Ora le indagini della polizia, dopo gli accertamenti dei vigili del fuoco, chiariranno se si sia trattato di un rogo accidentale o di origine dolosa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagini sul rogo al palazzo di vetro: il secondo in pochi mesi, non si esclude l'atto doloso
LatinaToday è in caricamento