Cronaca Borgo Sabotino

Centrale nucleare: tavolo per la trasparenza della Provincia sull’inquinamento a Sabotino

Il tavolo, istituito dopo la riunione in Commissione Ambiente in Regione, dovrà garantire un'attenta comunicazione tra gli enti coinvolti nel controllo dell'area relativa alla centrale. Occhi puntati sulla situazione delle falde acquifere

Un tavolo per la trasparenza che garantisca un’attenta comunicazione tra gli enti coinvolti nel controllo dell’area relativa alla centrale nucleare di Borgo Sabotino. 

Questo l’intervento della Provincia che ha istituito il tavolo in seguito alla riunione della Commissione Ambiente in Regione del 30 marzo alla presenza oltre che del dirigente Valle anche del consigliere provinciale Vincenzo Giovannini. 

“Oltre ai tavoli regionali già esistenti e che si occupano delle delicate questioni relative al decommissioning per i siti nucleari dismessi sul territorio della provincia di Latina - spiegano con una nota dalla Provincia -, questo nuovo organismo consentirà agli enti interessati dalle questioni relative al controllo in materia ambientale - e, nello specifico, delle falde acquifere -, di confrontarsi in tempo reale su tutti i dati relativi alla salubrità e alla qualità delle acque nella zona interna ed esterna alla centrale di Borgo Sabotino. 

L’amministrazione provinciale continuerà dunque a garantire il proprio supporto, grazie al lavoro dell’ufficio ambiente guidato dalla dottoressa Nicoletta Valle, alle operazioni di controllo e verifica del sito nella convinzione che gli enti locali devono offrire una comunicazione mirata e puntuale alla cittadinanza”. 

“Con la presidente Della Penna – ha affermato il consigliere Giovannini – abbiamo stabilito una linea di condotta attraverso la quale, grazie all’ottimo lavoro svolto dal nostro ufficio ambiente, riusciremo a dare impulso ad una nuova e più mirata azione di comunicazione per tutto ciò che riguarda le verifiche nell’area della centrale di Borgo Sabotino. 

Gli enti, soprattutto il Comune di Latina – ha aggiunto Giovannini – devono essere messi in condizione di fornire risposte in tempo reale alla cittadinanza che giustamente ha necessità di informazioni concrete e affidabili sulla situazione delle falde acquifere e in generale sullo stato dei controlli”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centrale nucleare: tavolo per la trasparenza della Provincia sull’inquinamento a Sabotino

LatinaToday è in caricamento