Integrazione della comunità islamica, il prefetto e il questore incontrano il Cail

Il prefetto Faloni, con il questore De Matteis, ha ricevuto una delegazione del Coordinamento delle Associazioni Islamiche del Lazio: al centro del confronto le varie tematiche sull’integrazione degli immigrati di fede islamica nella società civile

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Nella mattinata odierna - ieri ndr -, il prefetto di Latina, Pierluigi Faloni, unitamente al Questore Giuseppe De Matteis, ha ricevuto una delegazione del Coordinamento delle Associazioni Islamiche del Lazio (CAIL), composta dal Presidente, Giuseppe D’Amico e dai rappresentanti delle associazioni islamiche di Latina, Fondi, Priverno e Terracina.

Nel corso dell’incontro sono state affrontate varie tematiche afferenti l’integrazione degli immigrati di fede islamica nella società civile.

In particolare, il CAIL ha espresso la volontà di una massima collaborazione con le Istituzioni nel favorire lo sviluppo della cooperazione tra la comunità islamica e la società civile e l’intendimento di promuovere presso la comunità islamica locale iniziative tese a superare le conflittualità esistenti, nell’ottica della pacifica convivenza e del rispetto dei principi democratici.

Il prefetto, nel condividere le finalità enunciate dal Cail, ha confermato la piena disponibilità delle istituzioni al dialogo costruttivo e a favorire i processi di integrazione.

Torna su
LatinaToday è in caricamento