Cronaca

Operazione Touch Down, Mastrantoni in ospedale. Altri due in silenzio davanti al Gip

Proseguono gli interrogatori degli arrestati nell'ambito dell'inchiesta su un giro di tangenti e appalti pilotati al Comune di Cisterna. Ieri ha fornito la propria versione dei fatti l'impiegato della Provincia Iacovacci

Anche Raffaele Del Prete e Andrea Caiazzo, i due imprenditori arrestati nell'ambito dell'inchesta Touch Down, hanno deciso di non rispondere ieri alle domande del Gip e di restare in silenzio. Ha invece risposto all'interrogatorio Americo Iacovacci, tecnico del settore Viabilità della Provincia, assistito dall'avvocato Pasquale Cardillo Cupo. L'impiegato dell'ente di via Costa, coinvolto nell'operazione, ha respinto le accuse a suo carico e fornito al giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario la propria versione dei fatti.

Si è invece reso necessario un ricovero in ospedale per l'ex vicesindaco del Comune di Cisterna Alvaro Mastrantoni, che lunedì, poche ore dopo l'arresto, ha accusato un malore improvviso ed è stato ricoverato d'urgenza in cardiologia. Per lui l'interrogatorio è stato quindi rinviato a quando le sue condizioni di salute saranno migliorate.

Intanto, nella giornata di ieri, è stata respinta la richiesta di scarcerazione per Stefano Ettorre. La prossima settimana prenderanno il via gli interrogatori per gli altri arrestati che si trovano ai domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Touch Down, Mastrantoni in ospedale. Altri due in silenzio davanti al Gip

LatinaToday è in caricamento