rotate-mobile
Cronaca

Colpisce la moglie e le rompe il naso, l'arrestato: "Non ricordo nulla"

Il 26 dicembre l'intervento degli agenti della squadra volante in un appartamento di Borgo San Michele. L'uomo era finito in carcere

E' stato interrogato questa mattina dal gip del tribunale di Latina Gaetano Negro l'uomo arrestato dalla polizia lo scorso 26 dicembre per maltrattamenti e lesioni alla compagna. Il 32enne, difeso dall'avvocato Francesco Pisani, ha detto al giudice di non ricordare nulla di quella sera perché era sotto l'effetto dell'alcol. Ha inoltre aggiunto di essere in cura da tempo da uno psicologo per la depressione. 

Il pubblico ministero ha chiesto la conferma della custodia cautelare in carcere, dove si trova dal momento dell'arresto, mentre il suo legale ha chiesto che gli venissero concessi i domiciliari. Il gip si è riservato. Ad allertare le forze di polizia erano stati i vicini di casa, allarmati dalle urla provenienti dall'appartamento di una palazzina di Borgo San Michele. L'uomo aveva colpito la compagna con alcune testate che le avevano procurato la frattura del setto nasale. Poi, secondo i racconti della vittima, aveva afferrato un coltello da cucina tentando di colpirla di nuovo. Ma la donna era riuscita ad approfittare di un momento di distrazione, aveva preso il figlio di pochi anni ed era fuggita rifugiandosi nell'abitazione di un parente. 

La signora era stata poi soccorsa da un'ambulanza e portata in ospedale per essere medicata. Il 32enne, rimasto in casa, visibilmente ubriaco, era stato arrestato e condotto in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpisce la moglie e le rompe il naso, l'arrestato: "Non ricordo nulla"

LatinaToday è in caricamento