rotate-mobile
Cronaca

Interrogato l'avvocato arrestato a Latina: "Ho sbagliato". Carcere confermato

Convalidato l'arresto e confermata la misura cautelare a carico del professionista del capoluogo arrestato sabato notte per spaccio di cocaina in Piazza Roma

Resta in carcere Ugo Pernigotti, arrestato sabato notte dai carabinieri dopo essere stato sorpreso a spacciare cocaina nella zona di Piazza Roma. Questo pomeriggio il professionista è stato interrogato dal gip del tribunale di Latina Giorgia Castriota per la convalida dell'arresto. L'avvocato, assistito da Giancarlo Vitelli, si è avvalso della facoltà di non rispondere ma ha scelto di rilasciare alcune dichiarazioni spontanee spiegando al giudice di aver sbagliato.

La doppia dell'avvocato: sequestrate sigarette, monete e passamontagna

La misura cautelare a suo carico resta confermata. I carabinieri, dopo l'arresto in flagranza, hanno perquisito i locali a sua disposizione: uno studio nella palazzina di Piazza Roma e una cantina dello stesso stabile. All'interno hanno trovato oltre ad altre dosi di cocaina, per un peso complessivo di quasi due etti, anche diverso materiale utilizzato per i furti ed un'altra quantità di oggetti di probabile provenienza furtiva. In particolare i militari hanno rinvenuto e sequestrato un disturbatore di frequenze in grado di impedire ai telefoni di cellulari di ricevere e trasmettere onde radio, passamontagna, guanti, centinaia di pacchetti e stecche di sigarette e uno zaino che contenva 12 chili di monete da uno e due euro. Oltre a questo sono stati sequestrati 2.500 euro in banconote di diverso taglio.

I militari del nucleo investigativo continuano ad indagare per cercare di delineare il ruolo dell'avvocato in un giro di furti di slot machine. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interrogato l'avvocato arrestato a Latina: "Ho sbagliato". Carcere confermato

LatinaToday è in caricamento