Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Intimidazione al Centro Donna Lilith, Giancola: “Un episodio gravissimo”

Solidarietà della consigliera regionale pontino dopo il ritrovamento della bottiglia incendiaria avvenuto sabato scorso: “Episodio inquietante; ancora molta la strada da fare per tutelare le vittime di violenza”

Dopo la solidarietà del sindaco di Latina, per le operatrici e le donne del Centro Donna Lilith - vittima sabato scorso di un’intimidazione con una bottiglia incendiaria ritrovata all’esterno di una delle strutture usate dall’associazione - arriva anche quella del consigliere regionale pontino del gruppo Per il Lazio, Rosa Giancola.

Un episodio inquietante e gravissimo sul quale occorre fare immediatamente chiarezza. La bottiglia incendiaria che è stata ritrovata dalle operatrici davanti a una delle strutture utilizzate dal Centro donna Lilith di Latina è purtroppo il chiaro sintomo che c’è ancora molta strada da fare per tutelare le vittime di violenza e i centri che quotidianamente sono in prima linea accanto alle donne che subiscono abusi” ha commentato Rosa Giancola.

“Questo gesto intimidatorio, qualunque sia la matrice ci coinvolge tutti. Quanto accaduto ci dà la misura di come i centri antiviolenza siano costantemente esposti a ogni genere di pericolo, ma al contempo ci dimostra quanto sia fondamentale la loro presenza sul territorio.

Il Centro donna Lilith di Latina rappresenta per questa città un punto fermo nella lotta contro la violenza di genere, ma non può essere lasciato solo. Adesso più che mai è il momento per le istituzioni di fare rete. La Regione Lazio, con l’approvazione della legge 33 contro la violenza sulle donne – conclude la consigliera -, ha voluto dare un importante segnale in questo senso, cominciando a combattere questa difficile battaglia anche sul piano culturale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intimidazione al Centro Donna Lilith, Giancola: “Un episodio gravissimo”

LatinaToday è in caricamento