Allarme a Borgo Piave: cassonetti e condomini invasi dai topi

Il caso riguarda la zona di via Chiesuola, dove decine di ratti passeggiano indisturbati tra i rifiuti. Alcuni residenti li hanno trovati in casa

Storie di ordinario degrado urbano. Succede a Borgo Piave, a pochi passi dalle abitazioni, dove i ratti hanno popolato i cassonetti della spazzatura e invaso anche le palazzine. Camminano sui cornicioni, passeggiano nei giardini condominiali e divorano ogni cosa che gli capiti a tiro.

Invasione di topi a Borgo Piave - Il video

Il problema nasce da alcuni secchioni della spazzatura posizionati lungo via Chiesuola e qualche decina di metri da una palazzina. Qui i comuli di rifiuti hanno finito per attirare intere colonie di topi dalle campagne, che hanno scavato tane tutto intorno. Uno dei residenti dell'edificio se li è ritrovati dentro casa, al piano terra, dopo aver invano tentanto di tenerli lontani dal giardino. 

La situazione era già stata denunciata e fino a giugno scorso in zona erano stati effettuati periodicamente interventi di derattizzazione, ma ad agosto l'appalto del Comune è scaduto e, in attesa del rinnovo e di un nuovo intervento, il caso è peggiorato. I topi sono visibilmente aumentati e notte e giorno passeggiano attratti dal cibo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ufficio di igiene pubblica ha chiaramente spiegato di non poter procedere al momento proprio per via dell'appalto da rinnovare. Mentre Abc, di fronte alla richiesta di spostare i cassonetti più lontano dalle case, ha inviato due ispettori a controllare il regolare conferimento dei rifiuti. Ma i secchioni restano dove sono. Dunque, chi si è ritrovato la casa invasa dai topi potrà solo effettuare un intervento di derattizzazione privato. Naturalmente a proprie spese, anche se il problema arriva da fuori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Coronavirus, 14 casi nel Lazio. Regione: “A Terracina positivo un uomo del Bangladesh”

  • Incidente nella notte sull'Appia, un morto e due feriti gravissimi

  • Coronavirus: nel Lazio 920 casi, 19 in più rispetto a ieri e 709 persone in isolamento domiciliare

  • Coronavirus Latina: i contagi crescono ancora, tre nuovi casi in provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento