Cronaca

Isole Slow, i contadini di Ventotene in rete con il Mediterraneo

La Comunità dei contadini per Terra Madre fa parte del progetto Isole Slow, l'organizzazione che unisce tutte le isole minori del Mediterraneo. Parteciperà alla Rete Internazionale delle Isole Slow a Cipro

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Con la fine della stagione estiva Ventotene, come tante altre piccole isole, comincia a vivere il suo vero isolamento. L'isola si svuota di turisti e residenti stagionali e torna a essere un paese di pochi isolani ostinati che resistono al progressivo abbandono del territorio. Sono contadini, pescatori, imprenditori e ristoratori locali determinati a mantenere viva la comunità e l’economia dell'isola. E’ così che è nata la Comunità dei contadini di Ventotene per Terra Madre, già attiva dallo scorso luglio.

L’obiettivo è conservare e diffondere la memoria dei prodotti tipici e delle tradizioni isolane. E anche rilanciare l’economia e promuovere un modo diverso di fare turismo, nell’ottica della sostenibilità e dell’armonia con un ambiente limitato e fragile.

I contadini di Ventotene si sono organizzati, hanno progettato e creato una rete. La Comunità è oggi parte del progetto Isole Slow, l'organizzazione che,  nell’ambito della rete mondiale di Slow Food, unisce tutte le isole minori del Mediterraneo. Si tratta di un gruppo di piccole isole che lavorano insieme per affrontare tematiche comuni, risolvere problemi, focalizzare le difficoltà che le piccole produzioni di terra e di mare incontrano ogni giorno.

I prossimi 12 e 13 ottobre anche  la Comunità dei Contadini di Ventotene per Terra Madre farà parte di una delegazione italiana di 40 membri che parteciperà al IV incontro della Rete Internazionale delle Isole Slow a Cipro. Il tema è “Il Turismo Sostenibile sulle isole, esempi internazionali di applicazione pratica, prospettive, collaborazione, ampliamento e consolidamento della rete nel Mediterraneo”.

Ventotene ha infatti una lunga tradizione di sussistenza e autonomia alimentare: fin dall'epoca romana e poi con la colonizzazione borbonica, l'agricoltura ha sempre rappresentato un'attività fondamentale per gli isolani, capace di provvedere al sostentamento di una comunità ben più numerosa di quella attuale.

Tra le iniziative già avviate e curate dalla Comunità di contadini c'è il progetto “Ventotene e le Quattro Stagioni” - che porterà sull'isola per quattro volte all'anno gli studenti di un Istituto Agrario per partecipare nelle diverse stagioni ai lavori dei campi. Oltre a questo è stato attivato il progetto “Proxenia”,  finalizzato al reinserimento lavorativo dei richiedenti asilo e dei rifugiati ospiti di una Cooperativa Sociale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isole Slow, i contadini di Ventotene in rete con il Mediterraneo

LatinaToday è in caricamento