Itri, miasmi e inquinamento: sequestrata la discarica abusiva di Calabretto

Ieri, 29 agosto, il blitz dei carabinieri forestali e della polizia locale sul terreno in cui sono stati scoperti cumuli di rifiuti

E' stato sequestrato, su ordine della Procura di Cassino, un terreno in località Calabretto, a Itri, utilizzato come discarica abusiva. Ieri, 29 agosto, il blitz dei carabinieri forestali e della polizia locale. Scattano i sigilli dunque su una discarica abusiva, estesa su un terreno di circa mille quadrati, che negli ultimi mesi è stata al centro di decine di segnalazione da parte dei residenti della zona e dai comitati di cittadini per miasmi e fumarole maleodoranti. In passato un altro terreno, nella stessa area, era già stato sottoposto a sequestro. 

calabretto-3

I sopralluoghi della polizia locale nei giorni scorsi avevano riscontrato la presenza scarti di materiali edili e anche guaine di asfalto. Sul posto sono intervenuti anche i tecnici dell'Arpa Lazio per effettuare alcuni prelievi ed avviare le analisi per verificare lo stato di inquinamento dei luoghi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • Incidente sull'Appia, scontro tra auto e moto: la vittima è Sacha Carnevale

  • San Felice Circeo, stagione balneare al via ma solo per prendere il sole: vietato il bagno in mare

  • Coronavirus: 5 nuovi contagi nel Lazio. Aumenta anche il numero delle persone guarite

  • Incidente stradale sull'Appia, muore un motociclista

Torna su
LatinaToday è in caricamento