Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Morta per un’appendicite, va avanti l'inchiesta. Eseguita l'autopsia

Vanno avanti le indagini del Nas: al vaglio la posizione di 18 persone che hanno avuto in cura la ragazza nelle fasi antecedenti il decesso

Va avanti l'inchiesta della Procura della Repubblica sul caso della giovane di 26 anni deceduta per una peritonite all’ospedale Goretti di Latina.

Per ora sono al vaglio le posizioni di 18 persone, vale a dire tutta la catena tra medici e infermieri che hanno avuto in cura la ragazza e che in qualche modo sono stati coinvolti nelle fasi che hanno preceduto il drammatico decesso.

In queste ore, infatti, stanno andando avanti le indagini dei carabinieri del Nas, guidati dal capitano Massimo Minicelli, che hanno acquisito alcuni atti tra cui anche la cartella clinica della ragazza e sono a lavoro per cercare di fare chiarezza su quanto effettivamente successo nel periodo antecedente il drammatico epilogo di lunedì mattina.

"Si tratta di un'indagine molto complessa e delicata e siamo solo nella fase iniziale degli accertamenti - ha spiegato il comandante Minicelli -. Abbiamo acquisito gli atti e ora stiamo lavorando per cercare di capire quanto accaduto".

Nelle ultime ore si è anche parlato della decisione dei familiari della 26enne Karin Dalla Senta di non far ricoverare la ragazza dopo la visita del 118, e, anche su questo elemento, il comandante del Nas invita alla cautela: bisogna infatti capire se, come e in quali circostanze sarebbe scaturito l'eventuale rifiuto al ricovero.

Tanti i particolari su cui bisognerà fare luce intorno ad una vicenda che ha creato non poco scalpore nella comunità del capoluogo pontino.

Intanto nella giornata ieri è stata svolta l’autopsia e si dovranno attendere ora 90 giorni per avere i risultati sugli esami istologici grazie ai quali si potranno avere degli elementi importanti per l’inchiesta.

"GIUSTIZIA PER KARIN", STRISCIONE DI CASAPOUND

ESPOSTO DI CODICI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morta per un’appendicite, va avanti l'inchiesta. Eseguita l'autopsia

LatinaToday è in caricamento