La Latina di 50 anni fa: tuffo nel passato con l’incontro “La Cultura… al Centro”

L'appuntamento di sabato 17 dicembre organizzato dal Comune nell'ambito di "A Latina è due volte Natale": si parlerà dell'esperienza del Centro di Servizi Culturali e dei protagonisti che tra il 1967 e il 1973 ne hanno fatto uno spazio vivo

Si terrà sabato 17 dicembre, nell’ambito del calendario di eventi “A Latina è due volte Natale”, l’incontro-dibattito dal titolo “La Cultura… al Centro”. 

L’esperienza del Centro di Servizi Culturali a Latina e i protagonisti che tra il 1967 e il 1973 hanno fatto di quel Centro uno spazio vivo capace di operare sul campo e in sintonia con il territorio, sono i temi introno ai quali ruoterà l’iniziativa organizzata dall’Amministrazione comunale. 

“A cinquant’anni dai tempi più fecondi in cui il Centro era punto di riferimento per molti giovani della città che trovavano nella struttura di Via Oberdan un luogo di incontro, di scambio di idee e di proposte di animazione culturale - si legge in una nota di presentazione dell’evento -, si ripercorrerà la sua storia attraverso le testimonianze di chi ha vissuto quell’esperienza in prima persona, come operatore e/o fruitore”. 

Interverranno all’incontro, che si terrà alle 17.00 nella sala multimediale del Palazzo della Cultura, Aurelio Paradiso che è stato direttore del Centro e Antonio Di Micco che insieme ad altri studenti della città ha utilizzato tra i primi quello spazio. Ad introdurli sarà l’assessore alla Cultura Antonella Di Muro. Concluderà il dibattito il sindaco Damiano Coletta.   

“Il Centro di Servizi Culturali è stato tra il ‘67 e il ‘73 a Latina in particolare uno strumento che ha messo insieme una serie di realtà giovanili coordinandole, dando loro supporto, strutture, materiali di condivisione e formazione” spiega il presidente della Commissione Cultura del Comune, Fabio D’Achille, che sabato farà da moderatore tra i relatori. 

“Il Centro – continua il consigliere di Lbc - è diventato poi il Consorzio dei Servizi Culturali, si è strutturato diversamente, ma in origine la sua funzione era di mettere in contatto i cittadini creando un’occasione di aggregazione sociale sul territorio. L’idea è di restituire alla città una serie di luoghi/opportunità dove ci siano scambio e dialogo tra le persone e le istituzioni, dove operatori ed esperti mettano a disposizione attrezzature e strumenti intesi anche come mezzi di interpretazione e trasformazione della realtà”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

cultura_al_centro_locandina-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus, i contagi tornano a crescere: 7 nuovi casi da nord a sud della provincia

  • Coronavirus: salgono a 549 i casi in provincia. Nel Lazio 20 positivi in più, i dati di tutte le Asl

Torna su
LatinaToday è in caricamento