"La Nave di Sera”, il ricavato della rassegna estiva per l'acquisto di una turbina spalaneve

L’iniziativa della Stabilimento Balneare Nave di Serapo che negli anni si è distinta per le numerose iniziative connesse alla cultura, alla solidarietà, alla capacità imprenditoriale e per l’attenzione verso l’ecologia. Ricavato devoluto alla Protezione Civile "Fenice"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

E' stato devoluto all'Associazione di Protezione Civile "Fenice" il ricavato della rassegna di spettacoli estivi "La Nave di Sera": 7.500 euro che saranno utilizzati per l'acquisto di una turbina spalanave. Un'iniziativa dello Stabilimento Balneare Nave di Serapo di Gaeta, una struttura balneare nata nel 1951 dal sogno dei Canova, famiglia di tradizione turistico – balneare che si è distinta nel corso degli anni per le numerose iniziative connesse alla cultura, alla solidarietà, alla capacità imprenditoriale e per l’attenzione verso l’ecologia. 

La consegna è avvenuta nel corso dell'incontro svoltosi presso l'Aula Consiliare del Palazzo Comunale, venerdì 29 settembre u.s., alla presenza del Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano, dell'Assessore alla Protezione Civile Italo Taglialatela, di Fulvia Frallicciardi promotrice dell'iniziativa,  del Presidente dell'Associazione di Protezione Civile Fenice Aldo Baia accompagnato da un gruppo di volontari.

"Siete l'orgoglio della nostra città - ha esordito il Sindaco Mitrano - sia per la passione che caratterizza il vostro impegno nel volontariato e vi ha consentito di raggiungere importanti traguardi in termini di efficienza ed efficacia operativa, ma anche perché rivolgete il vostro spirito solidale concreto e fattivo a tutto il territorio nazionale. Ovunque in Italia si verifichino situazioni di emergenza, la Protezione Civile Fenice c'è con i suoi volontari e con i suoi mezzi. La destinazione della raccolta di beneficenza all'acquisto di una macchina spalaneve ne è una testimonianza: è più probabile infatti che il mezzo venga utilizzato nelle zone di montagna dove sono più frequenti le criticità legate alla presenza della neve. Un vivo ringraziamento al Presidente Baia ed ai suoi ragazzi per il loro encomiabile lavoro. Rivolgo un grazie sincero a Fulvia Frallicciardi "volontaria" del sociale anche lei, valida imprenditrice della nostra città sempre pronta a dare una mano nelle situazioni di bisogno". 

"Il suo grande impegno nella solidarietà rende Fulvia Frallicciardi membro effettivo della comunità dei volontari" ha ribadito Baia precisando come "La turbina spalaneve e la macchina insacchettatrice, ottenuta dalla Regione Lazio, sono dotazioni utilissime nelle emergenze ma l'Associazione Fenice è l'unica del territorio regionale a possederle. E' dunque ben comprensibile la loro importanza. Il mese prossimo presenteremo la turbina in un incontro pubblico". 

I fondi sono stati raccolti nel corso dei sei diversi appuntamenti artistici della Rassegna La Nave di Sera,  ospitata dallo stabilimento balneare. Nata dieci anni fa, questa iniziativa di beneficenza destina di volta in volta il ricavato a diverse realtà che operano a livello sociale e sanitario su scala locale ad internazionale. Negli anni, il Salvadanaio della Solidarietà della Nave di Sera ha sostenuto: il Polo Oncologico dell’Ospedale di Gaeta, il Tempio di San Francesco, AIRC, CIIVA, AIDO, Associazione Mia, Operation Smile, Terremotati Fagnano (AQ), San Patrignano, Le Ali di Azzurra, Cooperativa La Valle, Smile Train for Afghanistan, Lega Italiana Sclerosi Multipla, FAI, Tempio di San Francesco, Associazione Newman Pick, Medici Senza Frontiere, Ricerca per la cura del Neuroblastoma dell'Ospedale Gaslini.

Tra i tanti artisti che in questi anni hanno calcato il piccolo palco da spiaggia della Nave di Sera vogliamo ricordare: Riccardo Rossi  ‐  Cesare Bocci  ‐  Paola Rinaldi  ‐  Daniela Scarlatti  ‐  Paolo Fallai  ‐  Gabriele Aprea ‐ Lina Senese ‐ Big Soul Mama – Guglielmo Poggi ‐  Fatima Scialdone - Michele La Ginestra - Nicola Pistoia - Ketty Rosselli – Beatlestory - Maurizio Capone – FreakClown – Domenico Lannutti – Daniele Chiusaroli e tante compagnie e band locali e nazionali.  

Il primo appuntamento della Rassegna edizione 2017 è stato venerdì 28 luglio con la Notte Orientale, una serata dedicata ai balli nati nelle corti principesche del Medio Oriente e dell’Occidente Arabo, ed entrati a far parte della loro tradizione artistica.  Gioiosi, allegri, femminili e vitali, tutti gli stili sono stati accompagnati da musica, soprattutto percussioni. Le danze sono state accompagnate anche da oggetti - veli e spade - che hanno reso l’insieme più ricco. Si sono esibite artiste nazionali ed internazionali come Simona Nabila, Sandy D’Alí, Shahinaz, Nera Qamar e Francesca Coppetelli. Al termine degli spettacoli è seguita una degustazione a buffet dei sapori tipici della cucina orientale. Da sabato 29 luglio a sabato 12 agostosi è svolta la mostra Canova alla Nave, esposizione dei quadri di Giuseppe Canova, “ il pittore della felicità”, amato ed apprezzato in tutta Italia, che ha omaggiato Gaeta con le sue opere, ricordando i periodi felici trascorsi in quella che definì "la perla del Tirreno”. Il ricavato della vendita dei quadri è stato devoluto in beneficenza. Venerdì 4 agosto il palco della Nave di Sera ha ospitato Maurizio Capone in duo, nuovo progetto di Maurizio Capone che lo ha visto sul palco accompagnato da uno dei membri della sua band, Il Rosso. Canzoni storiche del suo repertorio si sono fuse con la produzione più recente, per un remix dal vivo che ha esaltato l'affascinante visione ed ascolto degli originalissimi strumenti riciclati. Unica ed ineguagliabile eco-performance live ad impatto zero! Il concerto è stato dedicato all’Associazione Nana Onlus, che promuove l’istruzione e la formazione di studenti meritevoli e talentuosi in ambito musicale. Il 7 agosto, Fulvia Frallicciardi ha presentato il suo libro “I portoncini di via Indipendenza”, che racconta aneddoti, ricordi e fotografie di una delle vie più rappresentative di Gaeta e dei tanti volti caratteristici che la abitano, visti con l’occhio curioso dell’autrice. La rassegna si è conclusa il 25 agosto con la Rino Gaetano Band, la cover band ufficiale di Rino Gaetano, legata direttamente alla famiglia del cantautore e composta da Alessandro Gaetano (nipote e voce/chitarra), Ivan Almadori (voce e chitarra), Michele Amadori alle tastiere, Marco Rovinelli alla batteria,  Alberto Lombardi alla chitarra elettrica e Fabio Fraschini al basso. Un omaggio ad un cantautore fuori dagli schemi ma sempre attuale.

Il ricavato della rassegna quest'anno è stato destinato alla Protezione Civile Fenice e verrà utilizzato per l’acquisto di una turbina spalaneve per supportare le attività di presidio sul territorio e di assistenza della popolazione locale e nazionale. 

"La Protezione Civile di Gaeta - ha affermato Frallicciardi - si contraddistingue per la sua eccellente operatività e l’encomiabile servizio di volontariato, riconosciuto oramai a livello nazionale. La sua pronta operatività ha garantito alti livelli di assistenza e prevenzione in tante gravi situazioni di emergenza che si sono abbattute sul territorio italiano. Tutti noi esprimiamo il nostro più grande apprezzamento per il notevole lavoro che stanno svolgendo, rinunciando al loro tempo libero e ad ore in famiglia con i propri cari,  per garantire la nostra incolumità e quella dell’ambiente. Non è la prima volta che La Nave di Sera e la Protezione Civile La Fenice collaborano per iniziative solidali: già anni fa, in occasione del terremoto dell’Aquila, la rassegna ha contribuito ad un progetto di ricostruzione per la cittadina di Fagnano Alto, distrutta dal sisma".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento