menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palazzina di via Roccagorga, quattro a giudizio per violazioni urbanistiche e abuso d'ufficio

Il processo inizierà a giugno, il Comune di Latina si è costituito parte civile

Quattro persone sono state rinviate a giudizio questa mattina per la realizzazione della palazzina di via Roccagorga a Latina. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale Giuseppe Cario, al termine della camera di consiglio, ha rinviato a giudizio Rosa Belani, committente proprietaria dell’immobile, Giovanni Tomeo quale direttore dei lavori, Fabrizio Seccafien quale amministratore unico della società ‘Seccafien costruzioni’ e Luigi Paolelli nella sua veste di Capo UOC dell'ufficio Edilizia Privata del Comune di Latina per reati che vanno dall’abuso d'ufficio alle violazioni in materia di urbanistica.  Per quanto riguarda la Belani è anche accusata di avere arbitrariamente invaso e quindi occupato una porzione di area comunale con accesso carrabile per realizzare un tratto di strada per accedere al palazzo.

La vicenda riguarda la costruzione di un fabbricato con destinazione residenziale per sette piani per un totale di 19 alloggi ed una volumetria urbanistica di 5920 metri cubi a fronte di 5222 metri cubi indicati nel progetto che, secondo gli accertamenti, sarebbe stata costruita in difformità rispetto alla concessione. Il  processo inizierà il 24 giugno prossimo davanti al giudice monocratico del Tribunale.

Nell’udienza odierna il Comune di Latina si è costituito parte civile con l’avvocato Cinzia Mentullo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento