rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
IL FATTO

Aggressione al giudice Cario, i retroscena e la perizia sullo stato di salute di Tuma

Il magistrato sta valutando se denunciare la madre del detenuto che lo ha minacciato in Tribunale. La solidarietà del deputato Raffaele Trano

Non si è ancora fermata l’eco dell’aggressione subita dal giudice Giuseppe Cario lunedì mattina in Tribunale da parte della madre di Gianluca Tuma, detenuto nel carcere di Latina su ordinanza cautelare firmata proprio dal gip. La donna ha aspettato il magistrato davanti alla sua stanza al primo piano e poi gli ha urlato contro minacciandolo e sollecitando la scarcerazione del figlio le cui condizioni di salute non sarebbero buone a causa di uno sciopero della fame che ha messo in atto da settimane. Il magistrato da parte sua prima di prendere qualsiasi decisione attende l’esito della perizia disposta su Tuma per verificare il suo reale stato e sta comunque valutando se denunciare la donna, portata via dal Palazzo di giustizia da due carabinieri, affinchè si proceda contro di lei.

Nel frattempo arrivano nuovi attestati di solidarietà per il giudice tra cui quello del parlamentare pontino Raffaele Trano. "L'intimidazione subita dal giudice Giuseppe Cario all'interno del tribunale di Latina – scrive Trano - è intollerabile e dimostra per l'ennesima volta quanto la provincia di Latina sia un territorio difficile, dove si annida una criminalità pericolosa che per troppo tempo ha potuto godere di appoggi eccellenti e che va combattuta senza sosta. Al gip, che per altre intimidazioni lo scorso anno era stato anche messo sotto scorta, esprimo tutta la mia solidarietà. Mi auguro che quanto accaduto sia da monito per lo stesso Ministero della giustizia, affinché doti un ufficio giudiziario come quello pontino di mezzi e personale necessari, essendo da tempo la stessa pianta organica insufficiente. C'è bisogno a Latina di magistrati come il giudice Cario, che ha firmato provvedimenti importanti grazie ai quali oggi in quel territorio si respira un'aria più pulita. Sono sempre stato e continuerò ad essere vicino a quei magistrati che come lui, in prima linea, lottano affinché le grandi potenzialità della provincia pontina non vengano divorate dal crimine – conclude il deputato - e mi auguro che la massima vicinanza venga espressa da tutta la politica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione al giudice Cario, i retroscena e la perizia sullo stato di salute di Tuma

LatinaToday è in caricamento