Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

Processo per direttissima all'uomo accusato di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale: il giudice lo lascia in carcere

E’ stato rinviato al 20 luglio il processo per direttissima all’uomo accusato dell’aggressione a due ragazze sulla pista ciclabile di via del Lido ma per ora il giudice lo ha lasciato in carcere.

Gigi Caraiman è stato arrestato non senza difficoltà, visto che ha opposto resistenza, dagli uomini della Volante come responsabile dell’aggressione a due 14enni avvenuta sabato scorso. Questa mattina il 53enne di nazionalità romena, è comparso davanti al giudice monocratico del Tribunale di Latina Morselli per rispondere di lesioni sia nei confronti delle ragazze che di un agente e resistenza a pubblico ufficiale.  L’uomo ha raccontato che si stava lavando i capelli alla fontanella della piazzola della ciclabile quando si è accorto che il suo telefono era scomparso dalla panchina dove lo aveva poggiato così ha creduto che lo avessero preso le due ragazze che passavano in quel momento e per questo le avrebbe afferrate e strattonate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La difesa, rappresentata dall’avvocato Matteo Benvenuti, ha chiesto i termini a difesa e la scarcerazione con obbligo di firma fino alla data del processo mentre il pubblico ministero ha chiesto la convalida dell’arresto e la conferma della detenzione in carcere. Il giudice ha accolto l’istanza dell’accusa poi ha rinviato il processo al 20 luglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Coronavirus Latina: nessun caso in provincia, 9 nel Lazio. Attenzione puntata sui voli internazionali

  • Operazione antidroga dei carabinieri nel sud pontino: 22 in manette. I nomi degli arrestati

  • Coronavirus: due nuovi casi e un decesso in provincia. Vietato abbassare la guardia

Torna su
LatinaToday è in caricamento