Pestaggio in zona pub, il minore: "Aveva aggredito il mio amico alcuni mesi prima"

Il 17enne risponde al giudice, il 20enne invece si avvale della facoltà di non rispondere

Sono stati ascoltati uno nel carcere di Latina, l’altro nella propria abitazione i due ragazzi arrestati lo scorso 21 aprile come responsabili del pestaggio ai danni di un 27enne avvenuto a luglio dello scorso anno nella zona dei pub a Latina.

Per quanto riguarda Alessio Buglione, 20 anni, ha scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere ed è rimasto in silenzio davanti al giudice per le indagini preliminari Giorgia Castriota.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ha invece deciso di rispondere alle domande il 17enne, anche lui assistito dall’avvocato Sandro Marcheselli, interrogato dal gip del Tribunale per i minori di Roma. Il ragazzo ha raccontato che mentre si trovava nella zona dei pub l’amico pensava di avere riconosciuto la persona che un paio di mesi prima lo aveva aggredito e picchiato facendolo finire in ospedale negando che all’origine del pestaggio ci sia stato un diverbio per una ragazza. Il 27enne aggredito era stato ricoverato in ospedale con una serie di fratture al volto ed era stato sottoposto ad un intervento chirurgico con una prognosi era stata di 47 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Ponza, il 25enne morto è il romano Gianmarco Pozzi. Indagini in corso

  • Coronavirus: 15 nuovi casi nel Lazio, 2 in provincia di Latina. I dati delle Asl

  • Coronavirus: 12 nuovi contagi nel Lazio, nessuno tra i residenti pontini. I dati delle Asl

  • Coronavirus Latina: tornano i contagi, due nuovi positivi in provincia

  • Coronavirus Latina, altri due casi in provincia. Focolaio della movida: al via i tamponi drive in

  • Coronavirus, impennata nel Lazio: 38 casi in 24 ore, 22 di importazione. Quattro pazienti in provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento