Lotta all'Hiv, Latina aderisce alla rete Fast Track Cities: la firma del protocollo

L'appuntamento in diretta streaming su Facebook giovedì 17 dicembre alle 16

Nella lotta all'Hiv la città di Latina aderisce alla rete Fast Track Cities. Il sindaco Damiano Coletta sottoscriverà in diretta streaming l'impegno del capoluogo a far parte della partnership che coinvolge città di tutto il mondo e quattro partner principali, Iapac (International Association of Providers of Aids Care), Unaids (United Nations Programme on Hiv/Aids), UN-Habitat (United Nations Human SettlementsProgramme) e la città di Parigi.

Fast TrackCities, iniziativa lanciata in occasione della conferenza mondiale Aids nel 2014, permette alle città di tutto il mondo di aderire a una rete internazionale che offre la possibilità di condividere azioni locali per porre fine all’Aids e ad altre epidemie entro il 2030.

Sottoscrivendo la Dichiarazione di Parigi, la città di Latina entra nella rete impegnandosi a raggiungere gli obiettivi del progetto:

  • 90-90-90 entro il 2020: 90% di persone con Hiv che conoscono il proprio status; 90% delle persone che conoscono il proprio stato e sono in terapia antiretrovirale;
  • 90% di persone in terapia che raggiungono la soppressione virale;
  • 95- 95-95 entro il 2030: 95% di persone con Hiv che conoscono il proprio status; 95% delle persone che conoscono il proprio stato e sono in terapia antiretrovirale; 95% di persone in terapia che raggiungono la soppressione virale.

Latina si impegnerà a favorire lo scambio e il raccordo tra le associazioni coinvolte, la Asl e Iapac, organizzando incontri con tutti i soggetti firmatari della dichiarazione e coordinandone le iniziative. La firma avverrà nell’ambito di un evento che sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook del Comune domani, giovedì 17 dicembre, alle 16, al quale prenderà parte, oltre al sindaco Damiano Coletta, anche il vice presidente Iapac, Bertrand Audoin. Parteciperanno inoltre: Giorgio Casati, Direttore Generale della Asl di Latina; Miriam Lichtner, Dirigente del Reparto di Malattie Infettive dell’ospedale civile Santa Maria Goretti; Valerio Vitale, Responsabile Salute dell’Associazione “Sei come sei - Arcigay Latina”; Luisa Mobili, Consigliera comunale e referente per Latina della Rete Città Sane; Patrizia Ciccarelli, Assessora alle Politiche di Welfare e Pari Opportunità del Comune di Latina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

  • Arma dei Carabinieri, 28 Marescialli della provincia promossi al grado di Luogotenente

Torna su
LatinaToday è in caricamento