Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

'Alba Pontina', Antonio Fusco condannato per le 'soffiate' al clan Di Silvio sull'inchiesta della Mobile

'Zi Marcello era accusato di favoreggiamento: il gup di Roma gli ha inflitto una pena di un anno e quattro mesi di carcere

Nuova condanna nell’ambito dell’inchiesta ‘Alba Pontina’ che ha sgominato il clan Di Silvio. Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Roma ha condannato a un anno e quattro mesi di carcere Antonio Fusco detto ‘zi Marcello.

Il 58enne, assistito dagli avvocati Luca Giudetti e Stefano Iucci, era chiamato a rispondere di favoreggiamento per avere avvisato con una telefonata Agostino Riccardo - all’epoca affiliato al gruppo criminale di Campo Boario - che la Squadra mobile li avrebbe arrestati durante l’estorsione ai danni di Davide Malfetta, ristoratore di Sermoneta. Una vicenda attorno alla quale ruota grossa parte dell’indagine tanto che all’epoca la telefonata ha fatto slittare gli arresti di Armando Lallà Di Silvio, dei figli e di altro componenti del ghruppo. 

Fusco ha scelto di essere giudicato con il rito abbreviato condizionato all’esame dello stesso Malfetta e ieri, a fronte di una richiesta di condanna del pm a un anno e sei mesi il gup lo ha condannato a un anno e quattro mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Alba Pontina', Antonio Fusco condannato per le 'soffiate' al clan Di Silvio sull'inchiesta della Mobile

LatinaToday è in caricamento