Cronaca

Processo 'Alba Pontina', condanne al clan Di Silvio per 64 anni e mezzo di carcere

La sentenza del Tribunale per gli otto imputati. Ad Armando una pena di 24 anni e 2 mesi, alla moglie 15 anni e tre mesi. Risarcimento a Regione e Comune

Sette condanne. Sono quelle contenute nella sentenza del processo 'Alba Pontina' che si è concluso questo pomeriggio poco prima delle 18 quando il primo collegio penale presieduto da Gian Luca Soana è uscito dalla camera di consiglio dove era entrato poco dopo le 14. Il capo del clan di Campo Boario Armando Di Silvio è stato condannato a 24 anni e due mesi; la moglie Sabina De Rosa a 15 anni e tre mesi; Francesca De Rosa a 3 anni e tre mesi; Genoveffa Di Silvio a 5 anni e 4 mesi; Angela Di Silvio a 6 anni e 4 mesi; Giulia Di Silvio a 2 anni e 7 mesi; Tiziano Cesari a 3 anni e 7 mesi; Federico Arcieri a 4 anni. Per Armando Di Silvio, Sabina De Rosa e Angela Di Silvio interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Il Tribunale ha anche stabilito un risarcimento danni alle tre parti civili costituite: 30mila euro alla Regione Lazio, 40mila euro al Comune di Latina e 10mila euro all'associazione 'Caponnetto'. Alla lettura della sentenza erano presenti i due pubblici ministeri titolari dell'inadagine, Luigia Spinelli e Claudio De Lazzaro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo 'Alba Pontina', condanne al clan Di Silvio per 64 anni e mezzo di carcere

LatinaToday è in caricamento