rotate-mobile
Cronaca

"Alto Impatto": Q4 a rischio degrado e criminalità. Maxi operazione delle forze dell'ordine

Polizia, carabinieri e finanza in azione con il coordinamento della Prefettura: controllati centinaia di persone e veicoli oltre agli esercizi commerciali

Forze dell’ordine nuovamente in campo nelle zone maggiormente a rischio di Latina per fenomeni di degrado e attività illecite nell’ambito dell’operazione denominata Alto Impatto” già attuata a giugno scorso e coordinata dal Prefetto Maurizio Falco.

In particolare sono stati effettuati mirati servizi interforze di controllo del territorio con l’impiego degli uomini della Questura, dell’Arma dei carabinieri e della Guardia di Finanza, oltre alla polizia municipale del capoluogo pontino, alla Polizia  provinciale e al personale della Asl. Alle attività hanno preso parte anche la Polizia stradale, il Nil, il Nas e il Noe, il Corpo forestale e il Reparto antiterrorismo della Guardia di Finanza. 

Durante la scorsa settimana nel quartiere Nicolosi e nella zona delle nuove autolinee sono stati controllate e identificate 388 persone due delle quali sono state arrestate e altre 20 denunciate. Dei soggetti controllati 126 sono risultati stranieri e per due di questi sono stati adottati altrettanti provvedimenti di espulsione. 

E ancora nella giornata di martedì 24 ottobre “Alto Impatto” si è spostato nel quartiere Q4, dove il rischio di degrado urbano, sottolinea la Prefettura in una nota “è strettamente correlato all’insorgenza di comportamenti delinquenziali diffusi, amplifica nei cittadini la percezione di insicurezza”. Una sessantina di uomini delle forze di polizia, supportati quelli della municipale e della Provincia, oltre che da operatori della Asl hanno effettuato controlli capillari di soggetti, veicoli e attività commerciali. Il bilancio è di 383 persone identificate, delle quali 36 stranieri, 263 veicoli controllati di cui 2 sequestrati. Sono inoltre state contestate 13 violazioni del Codice della strada e nel corso del controllo di 28 esercizi pubblici è stata riscontrata la presenza di un lavoratore irregolare. Sono stati, altresì, sequestrati 6 grammi di hashish e un’arma da guerra. Particolarmente rilevante il dato relativo alla merce contraffatta, che ha portato al sequestro di 60 chili di prodotti alimentari. 

“L’esito delle operazioni del progetto “Alto Impatto”, che continueranno a essere replicate nelle prossime settimane – sottolinea il Prefetto Falco - sta  dimostrando la valenza di un approccio intersettoriale della prevenzione  integrata, in quanto non esiste un intervento a favore della sicurezza urbana  che possa realizzarsi senza mettere insieme, in modo adeguato e  coordinato, un numero sempre più ampio ed eterogeneo di soggetti che  mirano a far percepire ai cittadini il valore della costante presenza dello  stato sul territorio e della legalità ad ampio spettro”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Alto Impatto": Q4 a rischio degrado e criminalità. Maxi operazione delle forze dell'ordine

LatinaToday è in caricamento