rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca

Preso con un chilo di droga in casa, era già stato condannato nel processo 'Petrus'

Perquisizione nella casa di Angelo Di Girolamo: trovato l'hashish già suddiviso in panetti. Arrestato e messo ai domiciliari

Aveva un chilo di droga nascosta in casa e già suddivisa in panetti Angelo Di Girolamo, 33enne di Latina con numerosi precedenti penali in materia di stupefacenti.

Ad arrestarlo a conclusione di una perquisizione nella sua abitazione sita tra Latina e Sabaudia sono stati gli agenti della Questura  che hanno rinvenuto la consistente quantità di hashish. Il giovane e la compagna sono finiti in carcere e questa mattina sono comparsi davanti al giudice monocratico del Tribunale di Latina Fabio Velardi per il processo con rito direttissimo. I due sono assistiti dall’avvocato Pasquale Cardillo Cupo il quale ha chiesto una misura cautelare più lieve e i termini a difesa.

Il giudice ha convalidato l’arresto, concesso i domiciliari a Di Girolamo mentre per la donna ha disposto solo gli obblighi di firma rinviando il processo al 12 gennaio. Il 33enne era già finito in carcere nel 2019 nell’ambito dell’operazione ‘Petrus’ con altre 33 persone accusate di fare parte di una organizzazione che gestiva un traffico di sostanze stupefacenti sul territorio pontino e aveva costituito un sistema per assicurare le comunicazioni dei detenuti all’esterno e la fornitura di stupefacenti in carcere, grazie alla complicità dei due operatori della polizia penitenziaria. Per quella vicenda è stato condannato a tre anni di carcere, pena confermata anche in appello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preso con un chilo di droga in casa, era già stato condannato nel processo 'Petrus'

LatinaToday è in caricamento