menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaco nella zona pub aggredisce gli agenti e prende a calci la porta della Questura, arrestato

Il 28enne, con precedenti penali, è accusato resistenza, oltraggio, minacce e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento di beni pubblici

Un 28enne con alcuni precedenti penali è stato arrestato la scorsa notte a Latina per resistenza, oltraggio, minacce e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento di beni pubblici dagli uomini della Squadra Volante impegnati in un servizio di controllo del territorio nella zona dei locali e dei pub del centro storico.

Erano da poco passate le 2 quando un paio di equipaggi sono stati sollecitati ad intervenire presso la sala bingo della Galleria Pennacchi dove era stata segnalata la presenza di una persona in stato di alterazione che infastidiva i passanti. Il ragazzo, secondo il racconto di un addetto alla sicurezza della sala, si aggirava all’interno della struttura commerciale in stato evidenza di ubriachezza e presentava  ferite evidenti alle mani e al labbro. Si era avvicinato al vigilante per chiedere una sigaretta e aveva cercato lo scontro costringendolo a rifugiarsi nella sala chiudendosi dentro mentre il giovane aveva tempestato di pugni la porta inveendo contro di lui.

Nel frattempo gli agenti sono stati avvisati che una persona ubriaca stava molestando i passanti proprio lì vicino, in via Lago Ascianghi nella zona dei pub. Le volanti sono arrivate sul posto insieme ad un mezzo del 118 e  hanno fermato il ragazzo che non soltanto non ha voluto fornire le proprie generalità e quando i sanitari hanno proposto di medicarlo ha dato in escandescenze minacciando anche di infettarli con il sangue. Il tentativo di bloccarlo si è rivelato particolarmente complicato a causa della violenta reazione del 28enne che ha colpito uno degli agenti provocandogli lesioni in diverse parti del corpo: soltanto  l’utilizzo dello spray antiaggressione si è rivelato utile per bloccarlo e ammanettarlo.

Dopo le medicazioni effettuate dal personale sanitario non senza difficoltà E.S., queste le sue iniziali, è stato portato in Questura per l’identificazione e anche qui ha sfogato la sua rabbia danneggiando a calci e pugni una porta e un computer e poi sputando addosso agli operatori di polizia.  Ora è a disposizione del magistrato e dovrà rispondere resistenza, oltraggio, minacce e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento di beni pubblici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, nuovi casi di variante inglese: focolaio a Latina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento