menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressione agli agenti in zona pub e poi in Questura, il giovane rimesso in libertà dal giudice

Il 28enne, originario di Napoli, non ha fissa dimora: risulta residente presso il dormitorio e mangia alla mensa Caritas

E’ tornato in libertà Salvatore Esposito, il ragazzo arrestato sabato notte dagli agenti della Squadra Volante di Latina a conclusione di una rocambolesca serie di aggressioni.

Il 28enne, in stato di ebbrezza, aveva prima minacciato una guardia giurata della sala bingo alla galleria Pennacchi, poi si era spostato in zona pub dove, una volta raggiunto dai poliziotti li aveva aggrediti tanto che per bloccarlo e ammanettarlo era stato necessario utilizzare uno spray antiaggressione. La sua furia si era nuovamente scatenata in Questura dove aveva preso a calci e pugni una porta e un computer e poi sputato addosso agli operatori di polizia.

Questa mattina il ragazzo, originario di Napoli, è comparso davanti al giudice monocratico del Tribunale di Latina Francesca Coculo per rispondere di resistenza, oltraggio, minacce e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento di beni pubblici. Esposito ha vissuto qualche anno in Francia poi è arrivato a Latina dove si è fermato: non avendo un lavoro né un posto dove vivere, risulta residente presso il dormitorio comunale e per mangiare si reca regolarmente presso la mensa della Caritas. In aula ieri mattina il processo per direttissima con la convalida da parte del giudice del provvedimento di fermo poi la richiesta della difesa, rappresentata dall’avvocato Amleto Coronella, del termini a difesa e il rinvio al prossimo 23 marzo.

Nel frattempo il giudice lo ha scarcerato fissando a suo carico soltanto gli obblighi di firma.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, giù i contagi: sono 50 in provincia ma con tre decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento