Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Si aggira per il Nicolosi con una spranga di ferro, fermato dagli agenti li aggredisce

L'uomo è stato bloccato e arrestato, dopo essere stato reso inoffensivo con l'uso dello spray in dotazione alla polizia

Minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Con queste accuse i poliziotti della squadra volante di Latina hanno arrestato un cittadino di nazionalità tunisina nel quartiere Nicolosi. 

Intorno alla mezzanotte era stata segnalata la presenza di un uomo che si aggirava con una spranga di ferro in mano urlando parole in lingua araba. Arrivati sul posto, gli agenti hanno fatto scattare le ricerche dello straniero che nel frattempo si stava spostando a piedi tra le vie limitrofe, trovandolo poco dopo non molto lontano dal luogo della segnalazione. L'uomo, a torso nudo, alla vista della pattuglia ha cominciato a urlare e a minacciare di morte gli agenti, tentando anche di sferrare un pugno al volto a uno degli operanti, che lo ha schivato.

A quel punto i poliziotti, considerato che l’uomo non accennava a collaborare, hanno dapprima tirato fuori il taser per provare a dissuaderlo e in seguito lo hanno raggiunto con lo spray in dotazione, che ha consentito di renderlo inoffensivo e di arrestarlo per i reati di resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. Condotto negli uffici della questura, è stato fotosegnalato e a suo carico sono emersi diversi precedenti di polizia per reati contro la persona oltre a una misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria tuttora in atto.

Il pubblico ministero di turno ha disposto di trattenerlo nelle camere di sicurezza della questura, in attesa del rito per direttissima che si è concluso con l'applicazione della reclusione per sei mesi, con sospensione condizionale della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si aggira per il Nicolosi con una spranga di ferro, fermato dagli agenti li aggredisce
LatinaToday è in caricamento