rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Quartiere Nicolosi

Attentato al Nicolosi: convalida e interrogatorio per Angelo Sinisi

L'uomo, 44enne del capoluogo con un lungo elenco di precedenti, comparirà davanti al giudice Giorgia Castriota per aver tentato di dare fuoco ad Antonio Di Silvio

Comparirà oggi, venerdì 20 maggio, davanti al giudice per le indagini preliminari del tribunale di Latina Angelo Sinisi, l'uomo ritenuto responsabile dell'attentato ad Antonio Di Silvio e fermato nella tarda serata di mercoledì dopo un'indagine lampo condotta dai carabinieri del Nucleo investigativo di Latina.

Sinisi, 44enne del capoluogo con una lunga serie di precedenti per rapina alle spalle, sarà interrogato dal giudice Giorgia Castriota che dovrà convalidare il fermo scattato nei suoi confronti con l'accusa di tentato omicidio. Proprio su Sinisi si erano da subito concentrati i sospetti degli investigatori, che seguivano una pista precisa: quella di un regolamento di conti nell'ambito dello spaccio di droga. Certo è che l'attentatore e la vittima si conoscevano bene, tanto che era stato proprio Antonio Di Silvio, conosciuto come "Cavallo", ad aprire la porta della sua abitazione la mattina del 18 maggio. Proprio in quel momento però una fiammata innescata da una bottiglia contenente benzina lo ha travolto provocandogli ustioni su varie parti del corpo. L'uomo, trasportato d'urgenza al Goretti e poi trasferito in un ospedale romano, si trova ancora ricoverato in prognosi riservata ma non è in pericolo di vita.

Angelo Sinisi nel 2008 venne arrestato nell'ambito di un'operazione condotta dalla polizia come componente di una banda di rapinatori. Ora il sospetto degli investigatori è che fosse inserito in ambienti criminali dediti allo spaccio di stupefacenti, attività che anche Antonio Di Silvio portava avanti nella sua abitazione di via Grassi nonostante fosse detenuto ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato al Nicolosi: convalida e interrogatorio per Angelo Sinisi

LatinaToday è in caricamento